Probabilmente aveva parecchie ore di sonno arretrato o forse il mare era così piatto da non fargli sentire neanche un minimo sussulto, fatto sta che lui si è ritrovato al largo al largo a bordo di un materassino sul quale si era addormentato senza sapere come e soprattutto senza poter più tornare a riva. È la singolare disavventura di un bagnante 39enne in vacanza in Calabria, salvato infine dal tempestivo intervento di alcuni agenti della polizia di stato. Per sua fortuna infatti col materassino si è ritrovato proprio nello specchio d'acqua antistante allo stabilimento della Polizia di Stato a Pentimele, Reggio   Calabria , dove si sono accorti di lui e sono partiti per salvarlo.

Protagonista della storia un 39enne cittadino marocchino che si è addormentato sul materassino senza accorgersi che le correnti lo portavano al largo. Quando si è svegliato non è più riuscito a tornare a riva a causa delle forti correnti e ha iniziato a chiedere aiuto. Dalla spiaggia i bagnanti si sono accorti di lui e hanno dato l'allarme, così gli agenti della Polizia dello  stabilimento hanno messo in acqua un pattino di salvataggio, lo hanno raggiunto e fatto salire a bordo. Sul posto infine è intervenuta anche un'unità navale  della Capitaneria di porto che ha portato a terra il malcapitato  visibilmente scosso ed impaurito ma illeso.