Al largo di Manarola, La Spezia, qualche giorno fa un poliziotto che si chiama Pietro ha notato una bottiglia e ha visto che all’interno c’era un biglietto. L’ha recuperata e ha scoperto che quel biglietto era una lettera d’amore indirizzata a una donna di nome Pina. “Eri tanto bella allora giovinetta, come ancor la sei ora; stampata nel volto avevi la dolcezza, come ancora adesso”, alcune delle belle parole riportate su questa lettera che la Polizia di Stato – anche attraverso la pagina Facebook “Agente Lisa” – ha voluto raccontare il giorno di San Valentino, la festa degli innamorati.

Le parole d'amore affidate al mare – “Qualche giorno fa, al largo di Manarola, La Spezia, un poliziotto nota una bottiglia contenente un biglietto. La recupera e scopre che è una lettera d’amore indirizzata a una donna di nome Pina: ‘Eri tanto bella allora giovinetta, come ancor la sei ora; stampata nel volto avevi la dolcezza, come ancora adesso’. Parole forse scritte da chi non è più tanto giovane e affidate al mare – recita il post dell’Agente Lisa -. Nell’era digitale in cui si affidano tutti i messaggi alle chat, ai social e agli sms, questo è un gesto di un certo effetto”. Post che si chiude con una speranza e un appello a condividere questa storia di altri tempi: “Chissà se San Valentino può aiutarci a trovare la destinataria di questo originale messaggio d’amore. P.S. E anche con il vostro aiuto se mi date una mano a farlo girare”. Stesso appello, con tanto di emoticon a cuoricino, è apparso sull’account Twitter della Polizia di Stato che ha raccontato la storia del poliziotto Pietro e ha pubblicato le foto della lettera d’amore ritrovata in Liguria.