23 Luglio 2015
17:34

Verdini lascia Berlusconi: “Posizioni distanti, vado via”

Nel giorno del suo rinvio a giudizio, Denis Verdini ufficializza lo strappo col Cavaliere: “Posizioni distanti, vado via”.
A cura di Redazione

La notizia era nell’aria da tempo, ma ora arriva la conferma definitiva: Denis Verdini rompe con Silvio Berlusconi. Dopo un incontro con il Cavaliere, che lo stesso Verdini ha definito “cordiale e corretto”, il senatore ha infatti spiegato ai giornalisti di aver deciso di abbandonare il gruppo di Forza Italia al Senato e di avere “i numeri per formare un gruppo autonomo”. Stando a quanto si apprende da fonti giornalistiche, dunque, Verdini avrebbe reso noto allo stesso Silvio Berlusconi, appunto durante il pranzo di poche ore fa, che “le posizioni tra di noi restano distanti” e non ci sono i margini per ricucire il rapporto “politico”.

Si tratta di un addio molto significativo, non solo per le sue conseguenze a breve termine nelle dinamiche parlamentari. Verdini è uno dei consiglieri storici di Silvio Berlusconi, anche se da tempo in rotta di collisione con parte del cerchio magico e con i capigruppo parlamentari, soprattutto dopo la fine dell'esperienza delle larghe intese e dopo il "fallimento del Patto del Nazareno". Non è un mistero che il politico fiorentino sia stato più volte accusato di "collaborazionismo" con Matteo Renzi dai falchi del suo partito e non è un mistero che nei giorni dell'elezione di Sergio Mattarella tra lui e il Cavaliere siano volate parole grosse (qui vi abbiamo raccontato della "resa dei conti interna" e della definizione di "duo tragico" che comprendeva anche Gianni Letta).

Da qualche settimana, del resto, si scrive di un Verdini pronto ad abbandonare Forza Italia, deluso dalla linea dura nei confronti del Governo guidato da Matteo Renzi. E sono in molti ad ipotizzare che il gruppo di Verdini sarà una specie di “soccorso toscano” alla maggioranza, che in Senato ha numeri molto risicati dopo le ultime defezioni.

È curioso, infine, che proprio durante il pranzo con Berlusconi, Verdini abbia appreso del suo rinvio a giudizio per bancarotta fraudolenta da parte del gup di Firenze.

Calenda rompe con Letta:
Calenda rompe con Letta: "Con dispiacere ho comunicato al Pd che non vado avanti con quest'alleanza"
La posizione della Lega:
La posizione della Lega: "Siamo con Draghi, ma solo con nuova maggioranza e governo senza M5s"
Chi vuole il Draghi bis e chi vuole andare a votare: le posizioni dei partiti sulla crisi di governo
Chi vuole il Draghi bis e chi vuole andare a votare: le posizioni dei partiti sulla crisi di governo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni