139 CONDIVISIONI
Covid 19
14 Aprile 2021
14:29

Vaccini, Ursula von der Leyen annuncia trattativa con Pfizer per 1,8 mld di dosi dal 2021 al 2023

La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen annuncia che non solo arriveranno da aprile 50 milioni di dosi di vaccini BioNTech-Pfizer, la cui consegna era inizialmente attesa nel quarto trimestre del 2021, ma fa sapere che l’Europa sta trattando con l’azienda per un contratto che prevede la consegna di 1,8 miliardi di dosi di vaccino dal 2021 al 2023.
A cura di Annalisa Cangemi
139 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

"Ad un certo punto, potremmo aver bisogno di vaccini di richiamo per rafforzare e prolungare l'immunità e, se ci sarà una variante che sfugge al vaccino, avremo bisogno di sviluppare vaccini che siano adattati alla nuova variante e ne avremo bisogno presto e in quantità sufficiente". Lo ha annunciato oggi la presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen, sottolineando la necessità di "prepararsi a ciò che accadrà in futuro" allo scopo di "sconfiggere definitivamente il virus".

"A ieri – ha spiegato – gli Stati membri avevano ricevuto 126 milioni di dosi di vaccini, e abbiamo raggiunto la soglia dei 100 milioni di vaccini inoculati nell'Unione europea. Questo è un traguardo di cui dobbiamo andare fieri. Di questi 100 milioni, oltre un quarto è di seconde dosi. E questo significa che abbiamo più di 27 milioni di europei vaccinati".

Abbiamo raggiunto un accordo con BioNTech-Pfizer per accelerare la consegna dei vaccini. 50 milioni di dosi aggiuntive di vaccini BioNTech-Pfizer verranno consegnate nel secondo trimestre di quest'anno, a partire da aprile. Tali 50 milioni di dosi erano inizialmente previste per la consegna nel quarto trimestre del 2021. Ora sono disponibili nel secondo trimestre" ha annunciato la presidente della Commissione, spiegando che ci sarà quindi una velocizzazione nella campagna vaccinale.

In totale le dosi totali erogate da BioNTech-Pfizer arriveranno quindi a 250 milioni di dosi nel secondo trimestre. Queste dosi saranno distribuite proporzionalmente alla popolazione, tra tutti gli Stati membri. Secondo Ursula von der Leyen "Più velocemente raggiungiamo il nostro obiettivo di vaccinare il 70% degli adulti nell'Unione europea, maggiori sono le possibilità che abbiamo di contenere il virus.

La Commissione sta inoltre "avviando una trattativa con BioNTech-Pfizer per un terzo contratto che prevede la consegna di 1,8 miliardi di dosi di vaccino nel periodo dal 2021 al 2023". Secondo l'accordo non solo la produzione dei vaccini, ma anche "tutti i componenti essenziali", saranno nella disponibilità dell'Unione europea.

La presidente ha commentato anche lo stop temporaneo degli Stati Uniti al vaccino Johnson& Johnson, che è stato poi seguito da un rinvio nella distribuzione in Europa annunciato dalla stessa azienda: "Con l'annuncio di Johnson& johnson ieri, ci sono ancora molti fattori che possono interrompere il programma di consegna previsto dei vaccini. È quindi importante agire rapidamente, anticipare e adeguarsi quando possibile. Stiamo facendo tutto ciò che è in nostro potere per sostenere la diffusione della vaccinazione in Europa, anche aumentando l'offerta di vaccini nelle prossime settimane e mesi".

139 CONDIVISIONI
28153 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni