Se nel pieno dell'emergenza coronavirus la fiducia degli italiani nel governo si era rafforzata, nella Fase 2 i consensi per l'esecutivo di Giuseppe Conte appaiono in calo. È il quadro che emerge dai sondaggi di Index Research mandati in onda ieri sera nella trasmissione  Piazzapulita su La7. Secondo le rilevazioni dell'istituto, infatti, non solo è scesa la fiducia nel presidente del Consiglio, che negli ultimi due mesi i sondaggi avevano sempre premiato, ma sono sempre più i cittadini che giudicano negativamente l'operato del governo per quanto riguarda le riaperture e le misure anti-contagio messe in campo per la seconda fase dell'emergenza. Per quanto riguarda le intenzioni di voto degli italiani si notano delle tendenze in atto già da diverse settimane, con una continua perdita di consensi per la Lega e una crescita incessante di Fratelli d'Italia. Questa settimana, tuttavia, anche il Partito democratico registra un calo, mentre rimonta leggermente il Movimento Cinque Stelle. Anche tra i piccoli partiti si assiste a un cambio di equilibri, con il partito di Carlo Calenda che supera quello di Matteo Renzi. Vediamo nello specifico come voterebbero gli italiani se fossero chiamati oggi alle urne.

La Lega di Matteo Salvini si conferma come primo partito nel Paese, anche se perde ancora consensi in linea con il trend delle ultime settimane: con il 25,4% scende di 0,1 punti percentuali rispetto alla settimana scorsa e si stabilizza a soli quattro punti di distanza dai dem. Il Partito democratico ottiene questa settimana il 21,2%, anch'esso in calo rispetto ai precedenti sondaggi dello scorso 21 maggio, quando aveva totalizzato il 21,5%. A seguire il Movimento Cinque Stelle guadagna 0,1 punti percentuali, salendo al 15,5%. Fratelli d'Italia, sempre in crescita, appare però vicinissimo ai pentastellati, passando dal 14,2% della scorsa settimana al 14,5% del 28 maggio. Di seguito, Forza Italia rimane pressoché stabile al 6,9%, in leggero aumento. In coda troviamo Italia Viva che anche questa settimana perde consensi, passando dal 3% al 2,5%. Infatti Azione supera i renziani, guadagnando 0,3 punti percentuali negli ultimi sette giorni e salendo al 2,9%.

Per quanto riguarda la fiducia nei leader, Giuseppe Conte si conferma al primo posto con 40 punti percentuali, anche se il sondaggio evidenzia un calo rispetto alla scorsa settimana. Cresce invece Giorgia Meloni, in seconda posizione, che si porta a un punteggio di 35. Sul terzo gradino del podio, Matteo Salvini rimane stabile con 29 punti. Seguono Nicola Zingaretti, Carlo Calenda, e Silvio Berulusconi che ottengono rispettivamente 23, 19 e 16 punti. Il leader dem risulta in calo, mentre cresce quello di Azione. Berlusconi rimane invece stabile. Di seguito troviamo Luigi Di Maio, anch'egli stabile con 15 punti, mentre in coda Matteo Renzi scende ulteriormente a 10 punti. Come anticipato, cala la fiducia dei cittadini nell'operato del governo. Gli italiani che giudicano positivamente le misure dell'esecutivo per la riapertura passano dal 38,2% della scorsa settimana al 36,2%. Gli intervistati che affermano di avere un giudizio negativo crescono invece dal 54,3% al 55,9%.