Elezione del Presidente della Repubblica 2022
26 Gennaio 2022
09:58

Sondaggi Quirinale, gli italiani non vogliono Draghi al Colle e sperano ancora nel Mattarella bis

Secondo l’ultimo sondaggio di Ipsos il 61% degli italiani non vuole che Mario Draghi si trasferisca al Colle: un intervistato su due spera ancora nel Mattarella bis.
A cura di Giacomo Andreoli
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezione del Presidente della Repubblica 2022

La maggioranza degli italiani boccia ancora una volta l'opzione Mario Draghi come nuovo presidente della Repubblica. Almeno questo è il dato che emerge dall'ultimo sondaggio di Ipsos. Secondo l'istituto di ricerca guidato da Nando Pagnoncelli, infatti, il 61% della popolazione vuole che l'attuale premier rimanga alla guida del governo. A sperare nel "trasloco istituzionale", invece, sarebbe solo il 16%, con un 23% di incerti.

A domanda diretta "preferisce Draghi o Mattarella al Colle?", gli intervistati rispondono chiaramente: il secondo. Per il 50% del campione, infatti, l'attuale Capo dello Stato dovrebbe rimanere al suo posto, mentre solo il 23% dice di ritenere più adatto il presidente del Consiglio per il Quirinale. Per il 27% degli italiani, però, non sarebbe auspicabile ne l'uno ne l'altro nome. Il premier non convince come prossimo presidente della Repubblica, mentre i partiti cercano in maniera convulsa di trovare una soluzione politica all'empasse istituzionale in atto, tra schede bianche, continui vertici tra i leader e tatticismi vari. Con il nome di Draghi che, tuttavia, rimane ancora sullo sfondo.

Sondaggi Quirinale, Berlusconi il leader che si è "comportato peggio"

Tra i vertici dei partiti a muoversi meglio, nella percezione degli intervistati, sarebbero Letta e Conte. Per il 16%, infatti, sarebbe proprio il leader del PD che si sta comportando meglio, seguito dal numero uno del Movimento 5 stelle che ha convinto il 14% del campione. Stessa percentuale per Giorgia Meloni, mentre le strategie di Matteo Salvini, che continua a presentarsi come il kingmaker del prossimo inquilino del Colle, raccolgono solo un 10% di consensi.

In questa classifica il nome di Silvio Berlusconi, nonostante il declamato passo indietro per "responsabilità", è all'ultimo posto tra i leader dei grandi partiti. Il Cavaliere, che al momento è ricoverato all'ospedale San Raffaele di Milano, è il personaggio politico che si sta comportando meglio solo per il 9%. Non ha convinto, dunque, la sua ostinazione nel provare fino all'ultimo a trovare i voti mancanti per l'elezione a Capo dello Stato, con la rinuncia arrivata lo scorso sabato, a soli due giorni dall'inizio delle votazioni in aula.

A colpire, però, è il dato di quanti ritengano che nessuno dei capi partito si stia muovendo bene: circa il 37%, segno di un "Paese reale" dove, in un momento in cui la pandemia imperversa e le bollette di gas e luce continuano a gonfiarsi, in molti si sentono distanti da quanto accade nei "Palazzi romani".

Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni