Draghi meglio di Conte. Gli italiani hanno pochi dubbi sull'operato dell'attuale governo e del precedente. Secondo un sondaggio di Monitor Italia, il presidente del Consiglio ha già vinto praticamente su ogni fronte. Sul peso politico dell'Italia in Europa Draghi è avanti per il 68% dei cittadini, Conte ha fatto meglio solo secondo il 6%; sul piano vaccinazioni il distacco è simile, con il 64% degli italiani che preferisce quanto fatto dall'attuale governo contro il 6% che rimpiange il precedente. Discorso diverso per le misure di contenimento della pandemia di Covid: il 20% dice che Draghi ha fatto meglio, l'8% che ha fatto peggio, ma il 68% non vede grandi differenze. Parità sostanziale anche per quanto riguarda il sostegno alle imprese e ai lavoratori.

Draghi, Meloni, Conte: il podio dei leader preferiti dagli italiani

Tra i leader politici il gradimento resta mediamente stabile: al primo posto c'è Mario Draghi, con il 61,1% dei giudizi positivi da parte degli italiani. Staccata ma seconda c'è Giorgia Meloni, con il 40%, insegue Giuseppe Conte con il 35,2%. Matteo Salvini ha la fiducia di un italiano su tre, il 33,2%, mentre Silvio Berlusconi è al 27,4%. Seguono il ministro della Salute Speranza con il 24,2%, l'ex leader del Pd Zingaretti con il 22,1%, Emma Bonino con il 21,4%, Carlo Calenda con il 17,8% e Matteo Renzi con il 10,8%.

Sondaggi elettorali: risale il Movimento 5 Stelle, crolla il Pd

Secondo il sondaggio è ancora la Lega il primo partito nelle preferenze degli italiani, con il 23,5%. Al secondo posto c'è Fratelli d'Italia al 17,5%, a un soffio dal Pd, che perde un punto in una settimana e scende al 17,3%, perdendo più di tre punti dai sondaggi effettuati prima della crisi del governo Conte due. Il Movimento 5 Stelle torna a crescere dopo il crollo delle ultime settimane, guadagnando due punti e salendo al 16%. Forza Italia è al 10,4% a chiudere il gruppo dei partiti più grandi. Staccato c'è Azione di Carlo Calenda al 3,5%, seguito da Italia Viva al 2,4%, Articolo 1 al 2%, +Europa all'1,9%, i Verdi all'1,4% e La Sinistra all'1,3%. Il gradimento sul governo Draghi cala di mezzo punto in una settimana, ma è ancora stabilmente in maggioranza tra i cittadini: il 57,7% ha fiducia nell'esecutivo.