Le elezioni regionali in Umbria si avvicinano e saranno il primo banco di prova per tutti i partiti dopo il cambio degli equilibri a livello nazionale. L’alleanza di governo tra M5s e Pd viene ripetuta anche su base regionale e, per la prima volta, viene testata alle urne. Ma i primi sondaggi su quello che potrebbe avvenire il 27 ottobre in Umbria sembrano mostrare che la scelta rischia seriamente di non pagare. L’esito del voto, comunque, sembra tutt’altro che scontato, con un testa tra Donatella Tesei, candidata del centrodestra (composto da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia) e Vincenzo Bianconi, l’uomo su cui hanno deciso di convergere dem e M5s.

Tesei viene stimata da una rilevazione effettuata da Quorum/YouTrend per Agi al 47,2%. Bianconi si ferma al 43,1%. Più indietro Claudio Ricci, già candidato nel centrodestra nel 2015, che arriva al 6,2%. Tutti gli altri candidati non superano il 2%, mentre è ancora alto il tasso di indecisi, attorno al 15%. Per quanto riguarda le singole liste, il partito più votato – stando al sondaggio – sarebbe la Lega con il 34,4% dei consensi. A seguire troviamo il Pd al 30,2%, con i 5 Stelle staccati (10%). Ancora, troviamo Fratelli d’Italia al 6,7%, la Lista Ricci presidente al 4,6% e Forza Italia solo al 3,8%. L’alleanza tra Pd e M5s viene giudicata positivamente dal 37,5% degli elettori, negativamente dal 43,6%.

Il giudizio sul governo e la fiducia nei leader

Agli elettori umbri viene chiesto anche un giudizio sul governo Conte: positivo nel 40,9% dei casi, in linea con il dato nazionale. Ovviamente arriva un parere maggiormente positivo dagli elettori del Pd e del M5s, con dati molto bassi tra quelli del centrodestra. Per quanto riguarda la fiducia nei leader, in testa c’è nettamente Sergio Mattarella: il capo dello Stato si attesta al 62,1%. Seguito dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al 48,4%. Salvini in Umbria gode di più fiducia di quanta non ne abbia a livello nazionale: siamo al 40,6%, contro un dato nazionale – risalente a una settimana fa – di dieci punti inferiore.

Zingaretti fa meglio in Umbria che su tutto il territorio nazionale, con un gradimento al 32%. Più bassi i dati di Luigi Di Maio, al 22,7%, e Matteo Renzi, al di sotto del 15%. Infine, per quanto riguarda i candidati alla presidenza della Regione Umbria, anche in questo caso vediamo un testa a testa tra i due candidati favoriti per la vittoria. Tesei gode della fiducia del 39,1% degli elettori umbri, per Vincenzo Bianconi il dato si attesta al 36,2%.