L’annuncio è arrivato per bocca del ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri: il governo stabilizzerà 16mila insegnanti a settembre, con una misura prevista dal decreto Rilancio. Gualtieri spiega al Tg5 che le assunzioni arriveranno con l’inizio del nuovo anno scolastico: “Abbiamo lavorato nelle ultime ore per mettere la scuola nelle condizioni di ripartire, ci saranno 16mila stabilizzazioni aggiuntive di insegnanti in modo da avere complessivamente 32mila nuovi insegnanti a settembre”.

La conferma arriva dalla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, con un tweet: “In arrivo maggiori risorse per la scuola: nel Decreto Rilancio quasi 1 miliardo e mezzo per ripartire. E una buona notizia per i docenti precari: 16mila posti in più per le assunzioni attraverso i concorsi”. Lo stanziamento dei fondi, quindi, viene previsto da quello che doveva essere il decreto aprile, ma che è poi slittato. Per questo decreto il Parlamento ha autorizzato uno scostamento di bilancio da 55 miliardi di euro.

Anche la viceministra dell’Istruzione, Anna Ascani, sottolinea la notizia delle nuove assunzioni: “Sedicimila posti in più per la stabilizzazione dei docenti. Grazie alla collaborazione con il ministro Gualtieri siamo riusciti a ottenere un ampliamento delle stabilizzazioni, rispetto ai posti previsti, per portarli ad un totale di circa 78.000. Una buona notizia per il mondo della scuola, della quale siamo molto soddisfatti”.

Esulta anche il segretario del Pd, Nicola Zingaretti: “Una bella notizia: 16.000 insegnanti in più saranno stabilizzati come proponeva il Pd. Insieme alle altre assunzioni, ci saranno 32.000 nuovi insegnanti nelle scuole italiane. Il più grande investimento sulla formazione e sull'educazione dei nostri ragazzi”.