Piazza del popolo a Roma si sta riempiendo per la manifestazione simbolica con cui la Lega e il centrodestra hanno scelto di festeggiare la Repubblica per questo 2 giugno. Come annunciato si sta srotolando un lungo tricolore, che presto entrerà a via del Corso. Tantissimi i parlamentari presenti. Diversi gli assembramenti, moltissimi dei manifestanti sono senza mascherine. Qualcuno urla "dimissioni, dimissioni", "libertà libertà". In piazza anche l'estrema destra.

Salvini e Meloni presenti

Dagli organizzatori arrivano comunque gli inviti a mantenere le distanze. Arrivato in piazza del popolo Matteo Salvini, in tanti si stringono a lui, quasi tutti con mascherina, per un selfie. Il leader della lega non si sottrae, sorridente con tutti. C'è anche Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia. Quella di oggi "è una giornata di ascolto, memoria e di passaggio visto che domani finalmente cadranno i muri tra Regioni". Lo ha detto Matteo Salvini, spiegando, nel suo intervento ad Agorà su Rai3 in collegamento da Piazza del Popolo, le ragioni della manifestazione: "Vogliamo raccogliere le proposte degli italiani dimenticati e che vogliono rialzarsi e portarle nel Palazzo".

"Siamo qui per ascoltare, non per protestare"

"Non siamo in piazza per protestare, noi siamo in piazza per costruire e per ascoltare. Ci saranno partite IVA, commercianti, artigiani e medici, raccogliamo proposte da trasformare in proposte di legge in Parlamento, in emendamenti. Noi oggi chiediamo che siano coperti tutti i lavoratori del pubblico e del privato, è una giornata di ascolto, di memoria e di passaggio. Domani cadranno i muri, ci si potrà spostare di regione in regione nella nostra splendida Italia", ha dichiarato il leader della Lega.