referendum2011-b

I segnali positivi sull'affluenza al voto si erano registrati già nella prima rilevazione sull'affluenza di ieri, quella delle 12. A quell'ora aveva votato, infatti, oltre l'11% degli aventi diritto. Un segnale importante, a detta degli esperti, perché ogni qual volta il quorum era stato raggiunto, alla prima rilevazione il dato era sempre stato a due cifre. Come si dice, l'esperienza insegna e anche stavolta i pronostici sembrano essersi  realizzati, secondo i dati che cominciano a trapelare sul sito internet del Viminale, relativi a circa 3600 comuni su circa 8092, attualmente la percentuale di votanti che si è recata alle urne per questo referendum è di circa il 57% . E' pacifico, dunque,  che se le proiezioni dovessero essere confermate il quorum potrà dirsi raggiunto.

I quesiti al vaglio degli elettori hanno riguardato temi e provvedimenti imprescindibili della vita del paese come l'acqua, l'energia elettrica nucleare e legittimo impedimento, tale che  da richiamare alle urne un'affluenza cospicua di elettori. Nello specifico il referendum 1, quello sui servizi pubblici locali , ha fatto segnare un’affluenza pari al 57,06 %; il referendum 2, quello riguardante la tariffa del servizio idrico, il 57,08%; il referendum 3 sull’energia elettrica nucleare il 57,19%; il referendum 4 sul legittimo impedimento il 57,13%

Sebbene i segnali di vittoria del Sì siano incoraggianti, (chi era intenzionato a votare No, con larga probabilità non si è recato alle urne, al fine di evitare il raggiungimento del quorum). Ad ogni modo non bisogna dimenticare che lo spoglio è cominciato da poco e i dati  di cui si dispone riguardano soltanto l'affluenza, al momento parziale. Dunque, per restare aggiornati su quelli che sono gli sviluppi di quest'ennesima giornata di spoglio vi consigliamo di consultare la sezione dedicata al referendum 2011 curata dalla redazione di fanpage.it.