416 CONDIVISIONI
Covid 19
3 Dicembre 2021
08:32

Obbligo vaccinale, quando potrebbe essere esteso a tutti i lavoratori

Il governo valuta di estendere l’obbligo vaccinale anche ad altri settori, sull’esempio della Germania, in cui dal 1 marzo scatterà l’obbligo di immunizzarsi contro il Covid.
A cura di Annalisa Cangemi
416 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Dopo l'apertura da parte della presidente della Commissione europeaUrsula von der Leyen il governo inizia a prendere sul serio l'ipotesi dell'obbligo vaccinale per tutti i lavoratori. "L'Ue è una regione epidemiologica unica", ha detto la presidente, secondo cui bisogna "aprire un dibattito sull'obbligatorietà dei vaccini nell"Ue".

Il nostro Paese potrebbe seguire l'esempio della Germania, che oltre al lockdown per i non vaccinati ha annunciato che dal prossimo 1 marzo potrebbe introdurre l'obbligo di vaccino, secondo quanto annunciato da Angela Merkel nel suo ultimo atto da cancelliera. In Germania, dove la percentuale dei vaccinati è del 69%, quindi molto più bassa che in Italia, ai non vaccinati sarà quindi proibito entrare nei negozi, andare al ristorante, partecipare a eventi culturali, e in generale partecipare ad attività ricreative, ma potranno soltanto fare la spesa e andare in farmacia. Ma le restrizioni scatteranno per tutti i tedeschi, nel caso in cui l'incidenza settimanale superasse i 350 casi ogni 100mila abitanti.

Anche in Italia si comincia a valutare una possibile stretta, sebbene nel giro di tre mesi si potrebbe arrivare a coprire il 90% della platea dei vaccinabili, almeno con due dosi. Ma l'aumento dei contagi – ieri 16.806 e 72 i morti– rende necessario lo studio di eventuali nuove misure. Anche perché, come ha spiegato oggi Fabio Ciciliano, membro del Cts, l'obbligo vaccinale "dal punto di vista tecnico è ciò che serve a chiudere la partita, perché farebbe aumentare il numero di immunizzati e proteggerebbe dalle forme gravi".

L'idea del governo potrebbe essere quella di imporre l'obbligo vaccinale ai lavoratori, perché pensare di convincere i No Vax duri e puri a cambiare idea e a farsi inoculare il siero potrebbe non bastare il timore di incorrere in multe. E d'altra parte non si può nemmeno pensare di ricorrere al Trattamento sanitario obbligatorio. Quindi la strategia potrebbe essere quella di allargare l'obbligo vaccinale già previsto per personale sanitario, Rsa, scuola e forze dell'ordine anche ad altri settori.

Secondo il quotidiano la Repubblica però il governo potrebbe prendere tempo, e il premier Draghi potrebbe voler attendere l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica, perché l'introduzione di una norma sull'obbligo vaccinale non potrebbe che passare da una legge approvata dal Parlamento, e potrebbe causare spaccature in un momento delicato. Quindi non se ne parlerebbe prima di febbraio.

Il governatore della Liguria Giovanni Toti ha detto oggi che la possibilità di allargare l'obbligo resta "nel novero delle ipotesi", ma non nell'immediato: "Abbiamo quasi il 90 per cento di vaccinati e gli hub presi d'assalto per prime e terze dosi, questo per dire che in Germania mi pare vivano oggettivamente una situazione un po' diversa dalla nostra".

Il presidente della Regione Liguria rimane però scettico sul fatto che una misura simile possa essere utile dal punto di vista sanitario: "Sinceramente non so se una misura simile produrrebbe un salto di benefici a un sistema italiano che di fatto si rivela già efficace. Per ora mi sembra che le ulteriori misure prese dal governo, e sollecitate dai governatori, stiano producendo un effetto molto simile all'obbligo vaccinale. Praticamente le nuove regole annullano la vita individuale e sociale di un cittadino italiano non vaccinato, tranne che per il lavoro. Come diceva Deng Xiaoping ai cinesi, non importa se il gatto è bianco o nero, basta che prenda i topi. Che si chiami Green Pass rafforzato o obbligo, se la gente assalta gli hub vaccinali, il messaggio è passato. Certo, se non bastasse, o se la situazione dovesse prolungarsi, allora forse non ci sarebbero alternative".

416 CONDIVISIONI
29760 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni