2.380 CONDIVISIONI
Coronavirus
29 Luglio 2021
13:14

No green pass, Salvini: “Condanno ogni violenza, ma chi non si vaccina non è un sorcio”

Il leader della Lega, Matteo Salvini, condanna “ogni genere di violenza fisica e verbale” delle manifestazioni no green pass e chiede di smorzare qualsiasi polemica: “Invito a stemperare i toni, chi non si vaccina non è un sorcio e chi si vaccina non è un marziano e un servo delle multinazionali”.
A cura di Stefano Rizzuti
2.380 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Il leader della Lega, Matteo Salvini, condanna gli episodi di violenza – verbale e fisica – della manifestazione no green pass di ieri a Roma a cui hanno partecipato anche alcuni parlamentari del Carroccio e prova a smorzare le polemiche. “Invito a stemperare i toni, chi non si vaccina non è un sorcio e chi si vaccina non è un marziano e un servo delle multinazionali”, afferma parlando con i cronisti a Roma. A chi gli chiede se si dissocia dalla manifestazione di ieri, il segretario della Lega risponde: “Sono contro ogni genere di violenza. C’erano in piazza medici, avvocati e studenti. Io condanno ogni genere di violenza fisica e verbale”. Salvini ribadisce che la manifestazione non era stata organizzata dal suo partito: “Non c’era l’adesione ufficiale della Lega”.

Il leader della Lega sostiene che chi, ieri, ha bloccato alcune vie di Roma “ha sbagliato”, ma che “ognuno è libero di manifestare il proprio pensiero, a meno che manifestare in Italia non sia diritto solo di qualcuno”. Poi Salvini risponde alle domande dei giornalisti: “Io non ci sto a questa tifoseria sì-vax contro no-vax, la rifiuto, io ho fatto il vaccino ma questo non mi dà il diritto di obbligare un altro a farlo”. Il leader leghista aggiunge: “Siamo in democrazia, peraltro c’è qualche sì vax che dà dei sorci, ecco smettiamola, stemperiamo i toni”.

Salvini parla soprattutto della riforma della giustizia: “Stiamo lavorando perché passi questa riforma della giustizia in Parlamento, continueremo a raccogliere le firme per il referendum, sono una garanzia che la riforma la faranno i cittadini. Abbiamo chiesto di aggiungere i reati di violenza sessuale e traffico di droga come reati su cui andare fino in fondo senza che i processi possano terminare, oltre ai reati di mafia. Se si accoglie questa proposta noi siamo contenti, stiamo facendo mediazione”. Il segretario del Carroccio aggiunge: “A noi va benissimo che non decadano i processi legati alla mafia e al terrorismo, chiediamo che anche violenza sessuale e traffico di droga abbiano la stessa considerazione”. Salvini è fiducioso sui tempi: “Conto che entro oggi si chiuda”.

2.380 CONDIVISIONI
27114 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni