3.533 CONDIVISIONI
Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 4 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 12 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
30 Agosto 2022
19:21

Meloni dice mai più lockdown e vuole una commissione d’inchiesta su gestione dell’emergenza Covid

“Troppe cose non hanno funzionato durante l’emergenza covid” ha dichiarato la leader di Fratelli d’Italia, proponendo una commissione d’inchiesta.
A cura di Antonio Palma
3.533 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

"La gestione dell‘emergenza covid è stato un fallimento" e per questo serve "una commissione d'inchiesta", lo ha dichiarato oggi Giorgia Meloni, criticando l'intero meccanismo con cui l'Italia ha affrontato questi anni della pandemia da coronavirus: dal lockdown alle scuole chiuse. Sul Covid, "sono d'accordo a fare una commissione di inchiesta perché troppe cose non hanno funzionato" ha dichiarato infatti la leader di Fratelli d'Italia durante una intervista  alla trasmissione "Fuori dal coro" su Rete 4.

"Se mi sento di escludere il ritorno all'obbligo vaccinale e al lockdown? Io credo che molte misure abbiano dimostrato la loro inefficacia, faccio l'esempio delle scuole, che si potevano tenere aperte con sistemi di ventilazione meccanica. Sistemi che nella Regione Marche, guidata da un esponente di FdI, hanno dimostrato di abbattere il contagio fino all'82,5%" ha sostenuto ancora la candidata favorita dai sondaggi per le prossime elezioni politiche del 25 settembre.

Un concetto che Meloni aveva già ribadito nei giorni scorsi, mettendo nel mirino il Ministro della salute Roberto Speranza, colpevole, a suo dire, di essere stato sordo agli appelli dei medici che chiedevano di rivedere i protocolli sulle cure domiciliari durante la pandemia.

"Quanti medici hanno rivolto invano continui appelli al Ministro Speranza per rivedere i protocolli di cure domiciliari e superare la "tachipirina e vigile attesa"? Una delle prime cose che faremo ad inizio della prossima legislatura sarà quella di istituire una Commissione d'inchiesta sulla disastrosa gestione della pandemia. È arrivato il momento della trasparenza, ognuno sarà chiamato ad assumersi le proprie responsabilità" aveva dichiarato Meloni

L'emergenza però ora non è più il covid -19 ma il gas e il costo delle bollette e anche Meloni si dice è pronta ad approvare le norme contro il caro bollette con le altre forze politiche. "Io sto all'opposizione dell'attuale governo in carica, quindi se lo dico io in teoria ci siamo tutti. Ci troviamo in Parlamento lunedì e proviamo ad approvare delle norme che consentano ai cittadini di avere una situazione sostenibile" ha assicurato infatti la leader di FdI, aggiungendo: "Il nuovo debito è l'ultima ratio. Quella delle bollette però è una priorità assoluta. Io penso che occorrerebbe ritrattare il Pnrr, bisogna avere l'intelligenza ad adeguare le risorse alle nuove priorità".

3.533 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni