backstair / Lobby Nera
8 Ottobre 2021
17:47

Lobby Nera, ministero Lavoro dispone verifiche su distribuzione alimenti da parte di Lealtà Azione

Dopo quanto rivelato dalla seconda puntata dell’inchiesta di Fanpage, Lobby Nera, il ministero del Lavoro ha disposto “le necessarie verifiche” per quanto riguarda “alcune realtà che beneficiano di fondi pubblici ed europei”, che “avrebbero erogato gli aiuti per famiglie indigenti, consistenti in pacchi alimentari, ad associazioni che li avrebbero, a loro volta, utilizzati per svolgere attività connesse alla campagna elettorale”.
A cura di Tommaso Coluzzi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista

La seconda puntata dell'inchiesta di Fanpage.it, Lobby Nera, oltre a svelare i rapporti di alcuni esponenti della Lega con frange neofasciste a Milano, rivela una delle modalità attraverso la quale viene fatta campagna elettorale: la consegna di pacchi alimentari alle famiglie bisognose. Durante una di queste iniziative filmata nell'inchiesta, che si è tenuta a fine settembre, è lo stesso Massimiliano Bastoni – consigliere regionale in Lombardia – a spiegare al nostro giornalista sotto copertura: "Distribuiamo i pacchi un po' come fa la Caritas", ma "questa è un'associazione di Lealtà Azione". E aggiunge: "Banco Alimentare ci dà i pasti".

Banco Alimentare, però, è finanziato da fondi pubblici e non può fare propaganda politica: "Sono comunque escluse collaborazioni di qualsiasi tipo con soggetti che svolgono propaganda politica direttamente o indirettamente per influenzare il procedimento legislativo, nonché il sostegno di realtà che mirano a limitare la libertà e la dignità dei cittadini o a promuovere forme di discriminazione", si legge nel codice etico della onlus.

Non è chiaro se il Banco Alimentare sia al corrente di quanto accaduto, nel frattempo il ministero del Lavoro ha disposto delle verifiche: "Dall’inchiesta di Fanpage, andata in onda nella puntata di Piazzapulita di ieri sera, emergerebbe l’ipotesi che alcune realtà che beneficiano di fondi pubblici ed europei, avrebbero erogato gli aiuti per famiglie indigenti, consistenti in pacchi alimentari, ad associazioni che li avrebbero, a loro volta, utilizzati per svolgere attività connesse alla campagna elettorale – spiegano in una nota – Da quanto emergerebbe dalla stessa inchiesta, tra queste associazioni ve ne sarebbero alcune legate all’estremismo di destra. In seguito a quanto riportato nel servizio andato in onda, il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, ha chiesto alle strutture Ministeriali competenti di disporre le necessarie verifiche in proposito".

Gli episodi dell’inchiesta

Invia la tua segnalazione
al team Backstair
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni