Oltre 5500 assunzioni, che si aggiungono al piano di nuovi innesti già operativo: così INPS cambierà fisionomia e aumenterà il proprio organico per venire incontro alle nuove funzioni di cui si è fatta carico nel corso degli ultimi anni. Nel dettaglio, a novembre, si terrà il concorso per 2000 posti, che vanno ad aggiungersi agli altri 3500 già impostati. L’annuncio ufficiale dell’ampliamento dell’organico, è stato dato questo pomeriggio durante una conferenza stampa congiunta di Luigi Di Maio e del Presidente INPS Pasquale Tridico"Partirà a novembre 2019 il concorso con cui Inps assumerà altri 2.000 giovani per rimpiazzare chi va in pensione con Quota 100", ha spiegato il vicepremier Di Maio.

"Avevamo detto che Quota 100 non era una misura per chi deve andare in pensione, ma per i giovani che rimpiazzavano chi va in pensione. Su questo Inps da l'esempio e riesce in un traguardo importante, ossia nella più grande assunzione fatta dai tempi della prima Repubblica", ha detto ancora Di Maio, aggiungendo che la seconda più grande assunzione "è quella dei circa 3.000 navigator che abbiamo appena fatto con l'Anpal. Questi giovanissimi rappresenteranno il volto delle politiche sociali di questo governo ma anche di quelli dei prossimi decenni".

Questa mattina è stato lo stesso ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro ad anticipare le nuove assunzioni con un breve post sulla sua pagina Facebook:

Si tratta di un passaggio su cui ministro e presidente contano molto, che segue anche la firma dei contratti da parte dei 3009 nuovi consulenti della protezione sociale, i cosiddetti navigator, che sono stati selezionati in base al concorso pubblico per titoli ed esami che ha visto 66mila domande di partecipazione. Il numero sarà integrato di altre 498 unità, che verranno immesse a tempo indeterminato solo una volta calcolati i risparmi di cassa derivanti dalle cessazioni di lavoro degli ultimi due anni.