Il centrodestra chiede le dimissioni di Giuseppe Conte e del suo Governo. La richiesta arriva, dopo aver ascoltato le comunicazioni del presidente del Consiglio alla Camera, dai capigruppo a Montecitorio della coalizione di Centrodestra: Riccardo Molinari della Lega, Mariastella Gelmini di Forza Italia, Francesco Lollobrigida di Fratelli d'Italia, Maurizio Lupi di Noi con l'Italia e Giorgio Silli di Cambiamo!. Nella risoluzione viene richiesto che si dimettano il presidente del Consiglio e i ministri del suo Governo.

Tra le motivazioni della richiesta vi sono l'incapacità di affrontare la crisi sanitaria, l'insufficienza nel garantire un Governo stabile e compatto. Vengono criticate le modalità "tutt'altro che politiche-istituzionali" di risolvere la Crisi e la maggioranza "artificiosa" che si verrebbe a creare. E infine viene evidenziato che in ogni caso la maggioranza di Governo che uscirebbe da questa crisi "non rispecchierebbe la volontà popolare", facendo riferimento ai sondaggi elettorali.

La Camera,
udite le comunicazioni del Presidente del Consiglio dei ministri sulla situazione politica in atto;

considerata la drammaticità della crisi sanitaria, economica e sociale in corso e l’evidente incapacità dell’attuale Esecutivo nell’affrontarla;

ritenute le dichiarazioni insufficienti a garantire un Governo stabile e, soprattutto, compatto nelle decisioni che investono la guida del Paese;

preso atto delle modalità tutt’altro che politiche-istituzionali con cui l’attuale Esecutivo tenta di risolvere la parlamentarizzazione della crisi di Governo;

considerato, altresì, che gli eventuali numeri in parlamento porterebbero a maggioranze artificiose, che configurerebbero un esecutivo depotenziato e privo di un sostegno parlamentare adeguato;

evidenziato che comunque, qualunque maggioranza a sostegno del Governo esca dalla parlamentarizzazione della crisi, la stessa non rispecchia la volontà popolare;

impegna il Governo:
a rassegnare le proprie dimissioni

MOLINARI, GELMINI, LOLLOBRIGIDA, LUPI, SILLI