Il deputato e vicesegretario del Pd, Andrea Orlando, è in quarantena dopo aver preso un aereo a bordo del quale viaggiava una persona poi risultata essere positiva al Covid-19. A farlo sapere è lo stesso Orlando attraverso un post su Facebook: “Ieri sono stato contattato da una dottoressa gentilissima del ministero della Sanità che mi ha comunicato che nei giorni scorsi avevo viaggiato su un aereo dove era presente un passeggero malato di Covid, dovrò osservare per questo alcuni giorni di isolamento”, racconta il vicesegretario dem. Che spiega ancora: “Pochi minuti dopo mi è arrivata la telefonata dell’asl del Lazio (poiché mi trovo a Roma) competente che mi ha dato le indicazioni e le prescrizioni necessarie comprese quelle per fare il tampone. Nel pomeriggio mi è arrivata la mail con i riferimenti necessari per l’esame che ho fatto oggi”.

Il deputato del Pd ed ex ministro della Giustizia continua a raccontare l’iter che ha dovuto seguire in queste ore: “Questa mattina, infatti, nel complesso ospedaliero di S.Maria della pietà, dopo qualche minuto di attesa, il personale, gentile e professionale, ha fatto il prelievo necessario. Adesso altra quarantena”. Orlando, infatti, era stato già in quarantena a marzo, dopo essere stato a stretto contatto con il segretario dem, Nicola Zingaretti, risultato positivo al Coronavirus.

Orlando non nasconde di essere infastidito per questa nuova quarantena: “Spero di essere compreso se dico che non sono esattamente entusiasta di questa ulteriore quarantena, ringrazio però tutte le donne e gli uomini (del ministero e della regione Lazio) che hanno attivato e fatto funzionare con efficienza e professionalità questo servizio a tutela della nostra salute. Stiamo vincendo il virus anche grazie a loro”. Peraltro il deputato torna su quanto avvenuto a marzo: “Siccome anche su questo si riescono a fare delle polemiche abbastanza stupide, chiarisco che nel mese di marzo, quando dovetti fare il primo auto isolamento non mi fecero il tampone perché non ero sintomatico. Adesso, sono contento che le cose siano migliorate, per tutti. Nb la procedura mi è stata indicata con mail che mi pare inviata in automatico. Non credo l’abbiano scritta per me”.