Ancora due addii per il Movimento 5 Stelle. Stavolta sono due deputati a lasciare il gruppo pentastellato in Parlamento per approdare al gruppo Misto. Massimiliano De Toma e Rachele Silvestri, infatti, hanno comunicato al presidente della Camera, Roberto Fico, la loro volontà di lasciare il gruppo M5s per passare a quello Misto. La notizia del possibile abbandono dei due girava da qualche giorno. In particolare da quando l’ormai ex ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, aveva deciso di dimettersi dal suo incarico per protesta contro i mancati finanziamenti sulla scuola da lui richiesti. Nelle ore successive, quindi, è iniziata a circolare la voce della possibile creazione di un gruppo parlamentare da lui ispirato – il nome sarebbe Eco – e di cui proprio De Toma e Silvestri potrebbero fare parte.

I nomi dei due deputati sono stati ripetuti più volte negli scorsi giorni come possibili componenti di questo eventuale gruppo (la sua nascita in Parlamento non è ancora confermata, neanche dallo stesso Fioramonti), che dovrebbe contare – per nascere – sull’adesione di almeno venti deputati. Un gruppo che, come assicurava lo stesso ex ministro, sosterebbe comunque il governo Conte. Oltre ai loro nomi erano circolati anche quelli di Nadia Aprile, Roberto Cataldi e Roberto Rossini.

Il nuovo addio al Movimento 5 Stelle era quindi atteso e potrebbero seguirne altri, magari proprio per avvicinarsi al nuovo movimento di Fioramonti. Intanto questa sera è prevista l’assemblea congiunta dei parlamentari del Movimento 5 Stelle con il capo politico Luigi Di Maio. Un incontro atteso da tempo e che potrebbe vedere nuovi scontri interni, con molti temi caldi all’ordine del giorno come quello delle restituzioni, con la procedura portata avanti in questi giorni dai probiviri nei confronti dei ‘morosi’. Intanto, però, ad abbandonare il M5s sono sempre più parlamentari: solo la scorsa settimana erano stati altri due deputati, Nunzio Angiola e Gianluca Rospi, a passare al gruppo Misto.