Mimmo Lucano torna in politica. Lo farà ufficialmente alle elezioni regionali in Calabria. L’ex sindaco di Riace, comune diventato sotto la sua guida un simbolo dell’integrazione e dell’accoglienza dei migranti, sarà candidato nelle liste che appoggiano Luigi De Magistris alla presidenza della Regione Calabria. Le elezioni regionali si dovrebbero tenere, salvo ulteriori rinvii a causa della pandemia, l’11 aprile: sono state convocate in seguito alla morte della presidente uscente Jole Santelli, eletta nel gennaio del 2020 con il centrodestra. Lucano aveva già detto di voler contribuire al progetto portato avanti da De Magistris con la sua candidatura. L’ufficialità è arrivata oggi, con un’intervista dell’ex sindaco di Riace al Manifesto: “Luigi potrebbe ricostruire la sinistra frammentata in troppi rivoli e personalismi. Il suo arrivo ha acceso un fuoco di speranza”.

Lucano spiega perché ha deciso di candidarsi: “La sinistra calabrese è sempre stata forte nelle piazze, ma non nelle urne. A queste regionali potremmo invertire la tendenza”. Per l’ex sindaco di Riace esiste la possibilità che De Magistris vinca: “Io me lo auguro e sono molto fiducioso sulla vittoria. La Calabria ha bisogno di riscatto sociale e civile. Occorrerebbe costruire tante Riace sparse nella regione, ripartendo dalle aree fragili e disabitate. La candidatura di De Magistris rafforza la lotta contro le disuguaglianze e contro le mafie, per fermare lo sfruttamento schiavistico dei migranti nelle campagne. Nel solco di Peppe Valarioti, di Giuseppe Lavorato e di Peppino Impastato. Giovedì rivedrò de Magistris a Reggio Calabria e definiremo nei dettagli il mio impegno elettorale”.

Lucano parla poi proprio del sindaco di Napoli, ora candidato alle elezioni regionali in Calabria: “Il suo arrivo ha acceso un fuoco di speranza. Proprio come i curdi quando arrivarono davanti a questo mare quasi 30 anni fa. Occorrerebbe costruire tante Riace sparse nella regione, ripartendo dalle aree fragili e disabitate”. Per definire il ruolo di Lucano, quindi, bisognerà attendere l’incontro di giovedì a Reggio Calabria: al momento l’ipotesi più probabile è che Lucano sia capolista in tutte le tre circoscrizioni calabresi.