Si vota oggi dalle 7 alle 23 in Emilia Romagna: urne aperte per eleggere il nuovo Presidente dell'Assemblea Legislativa e rinnovare il Consiglio Regionale. La sfida è a due: da un lato il presidente uscente Stefano Bonaccini, dall'altro la candidata leghista Lucia Borgonzoni. A differenza del voto in Umbria, poi, il Movimento 5 Stelle ha deciso di non presentarsi in coalizione con il PD e di correre da solo con il suo candidato.
Oltre al voto per il presidente, il sistema elettorale emiliano prevede di poter esprimere fino a due preferenze nominali anche servendosi del voto disgiunto; la regione è stata suddivisa in 9 circoscrizioni in cui i candidati hanno presentato le proprie liste. Ecco tutti i nomi dei candidati alle elezioni regionali in Emilia Romagna.

I candidati e le liste nelle 9 circoscrizioni

I candidati alla presidenza della Regione Emilia Romagna sono sette, sostenuti da una serie di liste. Proprio Bonaccini e Borgonzoni sono i candidati con più liste a sostegno (sei a testa) nelle nove circoscrizioni. Le circoscrizioni, infatti, corrispondono alle singole province del territorio regionale. In ogni lista di circoscrizione può esserci un numero di candidati non superiore al numero dei consiglieri da eleggere in una singola circoscrizione e non inferiore a un terzo degli eletti. Le nove circoscrizioni sono:

  1. Bologna
  2. Ferrara
  3. Forlì-Cesena
  4. Modena
  5. Parma
  6. Piacenza
  7. Ravenna
  8. Reggio Emilia
  9. Rimini

Elezioni regionali in Emilia Romagna, i nomi dei candidati governatore

I candidati alla presidenza della Regione Emilia Romagna sono: Stefano Bonaccini, Lucia Borgonzoni, Simone Benini, Stefano Lugli, Marta Collot, Laura Bergamini, Domenico Battaglia.

Stefano Bonaccini

Bonaccini è il candidato del centrosinistra guidato dal Pd. Modenese, è il presidente uscente della Regione. Inizia la sua carriera politica, ricoprendo incarichi pubblici, nel 1990. Dal 1999 riveste il ruolo di assessore comunale a Modena, poi diventa – nel 2007 – segretario regionale del Pd e nel 2010 viene eletto consigliere regionale. Nel 2014 si candida alla presidenza dell’Emilia Romagna, vincendo e venendo eletto presidente.

Lucia Borgonzoni

Borgonzoni è la candidata leghista, senatrice del Carroccio. È bolognese e milita nella Lega già dal 1992, quando era ancora minorenne. Nel 2009 viene eletta consigliere provinciale e nel 2011 comunale. È stata candidata sindaco a Bologna nel 2016, conquistando il ballottaggio dove è poi stata sconfitta. Nel governo Conte uno ha ricoperto l’incarico di sottosegretario al ministero per i Beni culturali.

Simone Benini

Simone Benini è stato scelto dagli iscritti alla piattaforma Rousseau della regione come candidato alla presidenza del Movimento 5 Stelle. Ha 49 anni ed è un imprenditore – nel campo dei sistemi informatici – di Forlì. È stato eletto consigliere comunale nella sua città nel 2014 e poi confermato nel 2019.

Marta Collot

La candidata di Potere al popolo è una giovane studentessa del conservatorio, nonché lavoratrice precaria. E anche per questo motivo è stata scelta come candidata, per rappresentare i lavoratori precari. Nata a Treviso, si è trasferita a Bologna per il conservatorio e in entrambe le città si è dedicati ai temi riguardanti scuola e università.

Stefano Lugli

Stefano Lugli è il candidato di Rifondazione comunista, nonché segretario regionale in Emilia Romagna del partito. È di San Giovanni in Persiceto ed è consigliere comunale a Finale Emilia. Laureato in scienze politiche, ha 45 anni ed è un militante dell’Anpi. Si dichiara, come tutto il suo partito, all’opposizione di Bonaccini.

Laura Bergamini

Laura Bergamini ha 59 anni, è di Parma ed è un’educatrice negli asilo nido della sua città. Si è sempre dedicata al mondo del lavoro, con un prolungato impegno sindacale negli anni.

Domenico Battaglia

Domenico Battaglia è un medico di Ferrara, candidato per i no-vax in Emilia Romagna.

Le liste e i partiti a sostegno dei candidati in Emilia Romagna

Ogni lista che si presenta alle elezioni regionali in Emilia Romagna deve dichiarare il sostegno a un candidato presidente. La maggior parte dei candidati viene sostenuta da una sola lista, contrariamente rispetto a quanto avviene per Bonaccini e Borgonzoni, che possono contare su sei liste a testa. Andiamo a vedere quali.

Le liste a sostegno di Stefano Bonaccini

Con Stefano Bonaccini, esponente del Pd e presidente uscente, si schierano sei liste: Pd, Bonaccini presidente, Emilia-Romagna coraggiosa, +Europa, Europa Verde e Volt.

Le liste a sostegno di Lucia Borgonzoni

Sei liste anche per la leghista Lucia Borgonzoni, candidata del centrodestra: Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Borgonzoni presidente, Giovani per l’ambiente, Cambiamo! – Popolo della famiglia.

La lista a sostegno di Simone Benini

Simone Benini viene sostenuto solamente da una lista, come vuole la tradizione del Movimento 5 Stelle. A supportarlo, quindi, solo i pentastellati.

La lista a sostegno di Stefano Lugli

La candidatura di Stefano Lugli viene sostenuto dalla lista L’Altra Emilia Romagna. Ne fanno parte non solo Rifondazione comunista, di cui Luglio è segretario regionale, ma anche il Partito comunista italiano e il Partito del Sud.

La lista a sostegno di Marta Collot

Marta Collot viene sostenuta da una sola lista: quella di Potere al popolo.

La lista a sostegno di Laura Bergamini

Anche per Laura Bergamini il supporto arriva da una sola lista: il Partito comunista.

La Lista a sostegno di Domenico Battaglia

Il movimento no-vax emiliano-romagnolo ha creato una sua lista a supporto di Domenico Battaglia, dal nome Movimento 3V Vaccini Vogliamo Verità.