6.678 CONDIVISIONI
Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 3 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 9 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
23 Luglio 2022
09:45

È partita la sfida fra Meloni e Salvini: “Chi prende più voti indica il premier”

“Chi prende un voto in più indicherà il premier”, dice Matteo Salvini. E Giorgia Meloni: “Noi siamo pronti a governare”. Inizia la campagna elettorale e la sfida tra i leader di Lega e FdI per la leadership.
A cura di Annalisa Girardi
6.678 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Giorgia Meloni è pronta a governare da Palazzo Chigi. "Io sono pronta, Fratelli d'Italia lo è. Governa chi vince alle urne e noi siamo pronti", dice la deputata romana in un'intervista a La Stampa. È già iniziata la campagna elettorale e Meloni sottolinea che il suo programma è chiaro, come quello di tutto il centrodestra. La coalizione, aggiunge, può vincere le elezioni, ma deve prepararsi a governare in una fase complicata: "Dovremmo concentrarci sulle cose che si possono fare. Meglio mettere una cosa in meno, che una in più che non si può realizzare". Sulla scelta del premier, la leader di FdI sottolinea che "una regola c'è, ha sempre funzionato e non abbiamo tempo per cambiarla": quella per cui "chi vince governa".

Una regola su cui però nel centrodestra c'è chi cerca di frenare. Da Forza Italia il coordinatore nazionale Antonio Tajani si è affrettato a precisare: "Bisogna vincere, non è una corsa a chi arriva prima. Intanto giochiamo per vincere la partita, poi vedremo chi prenderà in mano la coppa", mettendo di fatto in discussione quella regola esplicitata alla precedente tornata elettorale nel 2018, per cui il partito che prendeva più voti era anche quello incaricato di proporre il presidente del Consiglio.

 E Matteo Salvini? Il leader della Lega, partito che al momento nei sondaggi viene dato quasi dieci punti percentuali sotto Fratelli d'Italia, sembrerebbe confermare quella famosa indicazione: "Il prossimo premier? Finalmente lo sceglieranno gli italiani: chi prenderà un voto in più avrà l'onere e l'onore di indicarne il nome", ha scritto su Twitter.

Se guardiamo agli ultimi sondaggi, non sembra esserci alcun dubbio su chi dovrebbe essere il candidato premier del centrodestra. O meglio, la candidata, perché il partito di Giorgia Meloni nelle ultime intenzioni di voto è nettamente davanti ai due alleati: se Fratelli d'Italia sfiora infatti il 24%, la Lega è appena al 15%. Forza Italia è invece circa al 7%. Chiaramente molte cose possono ancora cambiare prima del 25 settembre e in ogni caso il sistema di alleanze è fondamentale: ma per ora Meloni sembra avere senza ombra di dubbio il primato.

6.678 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni