2.848 CONDIVISIONI
Coronavirus
3 Agosto 2021
12:13

Con obbligo green pass aumentano vaccinazioni: crescono prime dosi e somministrazioni a giovani

Aumentano le prime dosi e crescono, soprattutto, le somministrazioni del vaccino anti-Covid ai più giovani (under 40): sono questi i dati che emergono dall’analisi delle vaccinazioni della settimana che va dal 25 al 31 luglio. L’incremento delle prime dosi e, quindi, delle nuove persone che ricevono il vaccino anti-Covid, sembra essere anche una conseguenza dell’introduzione del green pass obbligatorio.
A cura di Stefano Rizzuti
2.848 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Le vaccinazioni diminuiscono, ma le prime dosi aumentano in tutte le fasce d’età. Il che vuol dire che è in crescita il numero di persone che ha deciso di ricevere il vaccino anti-Covid negli ultimi giorni, probabilmente anche in seguito alla decisione di rendere obbligatorio il green pass per accedere ad alcuni eventi e luoghi. Non a caso l’aumento maggiore di prime dosi riguarda soprattutto i più giovani, in particolare gli under 40. Sono questi i dati sulle vaccinazioni in Italia nella settimana dal 25 al 31 luglio, elaborati da Fanpage.it. Già la scorsa settimana si vedeva un primo effetto del green pass, con l’aumento delle prime dosi somministrate dopo settimane di calo a favore dei richiami. Il trend si conferma con ancora maggiore nettezza nell’ultima settimana. Diminuiscono però le dosi somministrate in Italia. La scorsa settimana erano state 3,75 milioni, con una media giornaliera di 535mila tra prime e seconde; questa settimana si scende a 3.484.252, con una media giornaliera di 497mila, per la prima volta dopo tante settimane sotto quota 500mila. Cambia anche la proporzione tra prime e seconde dosi: si passa da 828mila a 1.011.184 prime dosi e si scende da 2,92 a 2.426.658 richiami.

Le vaccinazioni nella settimana 25-31 luglio: prime e seconde dosi

Nell’ultima settimana sono quindi state somministrate 3,48 milioni di dosi, un dato in evidente calo anche a causa della minore consegna di vaccini degli ultimi giorni. Le prime dosi sono state 1.011.184, i richiami 2.426.658, mentre i vaccinati dopo pregressa infezione (quindi, di fatto, con prima e unica dose) sono stati 46.410. Vediamo le dosi somministrate per fasce d’età, considerando prime dosi, richiami e pregresse infezioni.

  • Over 90: 3.807 totali – 1.231 prima dose – 2.340 seconda dose – 236 pregressa infezione
  • 80-89 anni: 16.535 totali – 6.058 prima dose – 9.111 seconda dose – 1.366 pregressa infezione
  • 70-79 anni: 159.619 totali – 22.011 prima dose – 134.169 seconda dose – 3.439 pregressa infezione
  • 60-69 anni: 416.839 totali – 48.593 prima dose – 362.964 seconda dose – 5.282 pregressa infezione
  • 50-59 anni: 402.858 totali – 88.327 prima dose – 306.028 seconda dose – 8.503 pregressa infezione
  • 40-49 anni: 659.231 totali – 158.583 prima dose – 492.363 seconda dose – 8.285 pregressa infezione
  • 30-39 anni: 699.889 totali – 206.485 prima dose – 486.394 seconda dose – 7.010 pregressa infezione
  • 20-29 anni: 742.312 totali – 278.307 prima dose –  455.687 seconda dose – 8.316 pregressa infezione
  • 12-19 anni: 383.162 totali – 201.589 prima dose – 177.602 seconda dose – 3.971 pregressa infezione

Vaccinazioni per fasce d’età: aumentano somministrazioni a under 40

La diminuzione di dosi somministrate nell’ultima settimana riguarda soprattutto le fasce d’età più avanzate: continua il costante calo di vaccinazioni per 70enni, 80enni e over 90. Scende, dopo qualche settimana di risalita, il dato sulla vaccinazione dei 60enni, così come è in calo la cifra riguardante 50enni e 40enni. La novità è che le fasce d’età che hanno ricevuto più vaccini nella settimana diventano i 20enni e i 30enni, scavalcando per la prima volta 50enni e 40enni. In particolare tra i 30enni vengono sfiorate le 700mila somministrazioni, dato invece superato tra i ventenni. Crescono nettamente anche le vaccinazioni della fascia d’età che va dai 12 ai 19 anni. Sembra ipotizzabile, quindi, che i più giovani siano maggiormente propensi al vaccino, magari sia a causa dell’aumento dei contagi che dell’obbligo di green pass per accedere ad alcuni eventi e luoghi. Oltre che, ovviamente, per una maggiore disponibilità di dosi per le fasce d'età meno avanzate.

In rosso le fasce d’età in cui le vaccinazioni diminuiscono, in verde quelle in cui crescono
In rosso le fasce d’età in cui le vaccinazioni diminuiscono, in verde quelle in cui crescono
2.848 CONDIVISIONI
27077 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni