2.038 CONDIVISIONI
Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 6 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 14 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
30 Settembre 2022
09:47

Come potrebbero cambiare le pensioni con Giorgia Meloni al governo

Il programma elettorale di Fratelli d’Italia dovrebbe ora diventare un programma di governo, visto il risultato delle elezioni. Vediamo che cosa potrebbe quindi fare Giorgia Meloni sulle pensioni.
A cura di Annalisa Girardi
2.038 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Il centrodestra ha vinto le elezioni con un risultato tale da potersi garantire la maggioranza assoluta in Parlamento. E questo rende abbastanza semplice prevedere che cosa farà il governo, probabilmente guidato da Giorgia Meloni, nei prossimi anni: basta infatti guardare ai programmi elettorali. Bisogna però considerare una premessa: il quadro economico, come certificato dal governo uscente con l'approvazione della Nadef, rimane incerto per cui alcune promesse del centrodestra quasi sicuramente dovranno essere accantonate. Prendiamo ad esempio il tema delle pensioni: aumentarle tutte a un minimo di mille euro come chiedeva Forza Italia difficilmente si potrà fare, ma ci sono altre cose che il centrodestra (e più specificatamente Fratelli d'Italia) ha in mente.

Andiamo a vedere cosa dice il programma di Fratelli d'Italia sulle pensioni per capire cosa potrebbe fare a riguardo Meloni da Palazzo Chigi. Anche se non si parla dei mille euro, comunque c'è la proposta dell'innalzamento delle pensioni minime e sociali.

E anche l'aumento strutturale e progressivo delle pensioni di invalidità, "che non potranno essere inferiori ad altre forme di assistenza sociale esistenti, affinché l’ampia fascia di beneficiari possa godere di condizioni di vita migliori".

Fratelli d'Italia propone una generale flessibilità per quanto riguarda l'uscita dal mondo del lavoro, anche per favorire il ricambio generazionale.

In tal senso nel programma elettorale (che dovrebbe ora diventare un programma di governo) Meloni lancia anche l'introduzione "di un meccanismo di solidarietà intergenerazionale, con agevolazioni fiscali per i percettori di redditi di pensione e per gli over 65 che sostengono oneri in favore di parenti under 36, diretti e indiretti, per spese sanitarie, istruzione scolastica e universitaria, pratica sportiva dilettantistica, canoni di locazione per uso abitativo, acquisto della prima casa".

Non solo: Meloni vuole anche mettere uno stop all'adeguamento automatico dell'età pensionabile con l'aspettativa di vita e rinnovare la misura Opzione Donna.

Nel programma, inoltre, è inserito il ricalcolo delle cosiddette pensioni d'oro, "che non corrispondono a contributi effettivamente versati" e, come si diceva, l'adeguamento delle pensioni minime per permettere a tutti di vivere in una situazione dignitosa. Si cita anche l'inflazione: al governo Meloni dovrebbe quindi procedere con la rivalutazione dei trattamenti pensionistici per far fronte alla svalutazione della moneta.

2.038 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni