57 CONDIVISIONI
Pensioni

Come cambiano le pensioni nel 2024, la simulazione degli effetti dell’inflazione

Le pensioni nel 2024 aumenteranno per tutti, ma in modo diverso. La rivalutazione basata sull’inflazione, infatti, sarà tagliata per chi ha una pensione medio-alta. Lo ha deciso il governo Meloni, che ha anche previsto una riduzione per alcuni dipendenti pubblici, tra cui i medici.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Luca Pons
57 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Pensioni

Gli importi delle pensioni cambieranno nel 2024, come avviene ogni anno, con l'aggiornamento dovuto all'inflazione. Anche quest'anno il tasso d'inflazione è stato ben più alto della norma, anche se non ha raggiunto i livelli del 2022. Ciò significa che gli assegni pensionistici avranno un rialzo piuttosto significativo. Il governo Meloni però ha deciso di tagliare la rivalutazione basata sull'aumento dei prezzi, così che tutti gli assegni che superano una certa soglia riceveranno un aumento più basso. Inoltre, per alcune categorie di dipendenti pubblici – tra cui medici e insegnanti di scuole materne ed elementari – dall'anno prossimo è previsto un netto calo per chi va in pensione. Su questo punto il governo ha detto di voler intervenire per migliorare la situazione, ma non ha ancora chiarito come.

Come cambiano gli importi delle pensioni nel 2024 con il taglio della rivalutazione

Nel 2024 l'importo della pensione cambierà per tutti, ma in modo diverso a seconda dell'entità dell'assegno. Al momento la stima è che l'inflazione quest'anno potrebbe essere del 5,4%, quindi l'anno prossimo gli assegni andranno aumentati in questa percentuale. Ma non tutti: il taglio della rivalutazione colpirà gli assegni medio-alti. Dai 2.102 euro lordi al mese, infatti, l'adeguamento al rialzo dei prezzi arriverà solo in parte:

  • fino a 4 volte la pensione minima (entro i 2.102 euro), la rivalutazione sarà del 100% dell'inflazione, cioè il 5,4% dell'assegno;
  • tra 4 e 5 volte la minima (tra i 2.102 e i 2.627 euro), la rivalutazione sarà dell'85% dell'inflazione, cioè il 4,6% dell'assegno;
  • tra 5 e 6 volte la minima (tra i 2.627 e i 3.152 euro), la rivalutazione sarà del 53% dell'inflazione, cioè il 2,9% dell'assegno;
  • tra 6 e 8 volte la minima (tra i 3.152 e i 4.203 euro), la rivalutazione sarà del 47% dell'inflazione, cioè il 2,5% dell'assegno;
  • tra 8 e 10 volte la minima (tra i 4.203 e i 5.254 euro), la rivalutazione sarà del 37% dell'inflazione, cioè il 2% dell'assegno;
  • sopra 10 volte la minima (oltre i 5.254 euro), la rivalutazione sarà del 22% dell'inflazione, cioè l'1,2% dell'assegno.

Perché i medici e altri dipendenti pubblici protestano contro la manovra 2024

La questione è diversa per quattro categorie di dipendenti pubblici: dipendenti degli enti locali, ufficiali giudiziari, insegnanti alle scuole materne ed elementari e medici. Per chi tra di loro andrà in pensione nei prossimi anni, il governo Meloni ha deciso un taglio rispetto all'assegno che avrebbero avuto lasciando il lavoro quest'anno. In sostanza, gli anni lavorati tra il 1981 e il 1995 varranno meno nel calcolo dell'importo, e qualcuno potrebbe perdere fino al 25% della pensione andando in pensione nel 2024 invece che nel 2023.

La novità serve per allineare il calcolo della pensione di queste categorie a quello di altri dipendenti statali, ma il taglio improvviso ha suscitato forti proteste. A essere coinvolte sarebbero circa 30mila persone l'anno prossimo, e in totale circa 700mila persone fino al 2043.  Il rischio è anche che molti medici decidano di lasciare il lavoro in anticipo, per evitare la riduzione, e così il sistema sanitario pubblico vada ancora più in crisi. Il governo Meloni ha annunciato che interverrà, ma al momento ci sono solo ipotesi su cosa abbia intenzione di fare.

57 CONDIVISIONI
205 contenuti su questa storia
Pensioni in aumento già a marzo 2024, annuncio dell'Inps: come cambia l'assegno con la nuova Irpef
Pensioni in aumento già a marzo 2024, annuncio dell'Inps: come cambia l'assegno con la nuova Irpef
Perché le pensioni saranno più alte ad aprile 2024 e chi ci guadagna
Perché le pensioni saranno più alte ad aprile 2024 e chi ci guadagna
Pensioni, la riforma Irpef scatta solo da aprile: chi avrà un assegno più basso in questi mesi
Pensioni, la riforma Irpef scatta solo da aprile: chi avrà un assegno più basso in questi mesi
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni