31 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Elezioni europee 2024

Come andrebbero le europee in base ai sondaggi politici: FdI primo partito al 27%, Forza Italia davanti alla Lega

Mancano meno di due mesi alle elezioni europee e i sondaggi certificano il sorpasso di Forza Italia sulla Lega. Per il Carroccio è ormai lontano l’exploit del 2019. FdI si conferma primo partito (27%), seguono Pd e M5s. Ecco i risultati dell’ultimo sondaggio Tecnè/Dire.
A cura di Giulia Casula
31 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Manca poco alle elezioni europee di giugno e c'è un dato in particolare che continua a ripetersi nei sondaggi e che ormai sembra aver lasciato il terreno delle ipotesi per divenire realtà: il sorpasso di Forza Italia sulla Lega. Lo conferma anche l'ultima rilevazione di Tecnè/Dire che mostra Fratelli d'Italia in testa con un +21% rispetto ai risultati del 2019. Seguono Pd e M5s, rispettivamente al 20% e 16%.

Forza Italia sorpassa la Lega che si ferma all'8%

La lista unica con Noi Moderati premia Forza Italia. Il partito di Antonio Tajani raggiunge quota 10%, superando così il Carroccio fermo all'8%. Il confronto con i risultati del 2019 pesa come un macigno per la Lega che cinque anni fa toccava la soglia record del 34%. Un risultato che comunque nemmeno il partito di Giorgia Meloni (che pure risulta primo nei consensi) riuscirà a raggiungere secondo i sondaggi.

Fratelli d'Italia guadagna 21 punti percentuali rispetto alle ultime europee ma non tocca la soglia del 30% e si ferma al 27%. Il Partito Democratico invece perde il 3% rispetto al 2019 ma con il 20%  si conferma il primo partito d'opposizione. Segue il Movimento 5 Stelle che con un -1% si ferma a quota 16%.

Stabile Avs, bene anche Stati Uniti d'Europa: superano la soglia di sbarramento

Sia Alleanza Verdi e Sinistra sia Stati Uniti d'Europa, la lista di scopo formata da +Europa e Italia Viva, guadagnano un posto al Parlamento europeo. Rispetto al 2019 (in cui si era fermato al 3,7%) Avs raggiunge il 4%, mentre l'intesa siglata tra Matteo Renzi e Emma Bonino ottiene il 5,5%. Male Azione che al momento non riesce a crescere e resta al 3.6%, complici forse le ultime beghe interne ai partiti dell'ormai superato Terzo polo e che hanno visto protagonista il leader Carlo Calenda e il rivale Matteo Renzi. Se così fosse, a giugno Azione non riuscirebbe ad superare la soglia di sbarramento, restando escluso dal Parlamento.

Il sondaggio di Tecne, inoltre, vede la lista di Cateno De Luca Libertà superare con il 2% il progetto politico lanciato da Michele Santoro, Pace, Terra e Dignità che non supera l'1,6%. Nessuno dei due al momento, però, guadagna un pass per Bruxelles.

31 CONDIVISIONI
236 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views