436 CONDIVISIONI
30 Settembre 2021
17:34

Caso Morisi, Salvini all’attacco: “Qualcuno fa politica facendo il guardone, operazione indegna”

Il leader della Lega, Matteo Salvini, va all’attacco di politici e giornalisti sul caso Morisi: “Qualcuno fa politica facendo il guardone, spiando dal buco della serratura, anche laddove non ci sono reati, vede chi fa l’amore con chi”. Poi aggiunge: “Mi spiace che alcuni giornali stiano facendo una operazione indegna”.
A cura di Stefano Rizzuti
436 CONDIVISIONI

Matteo Salvini va all’attacco di politici e giornalisti che, a suo avvisano, stanno speculando sulla vicenda che ha coinvolto Luca Morisi, ex capo della comunicazione leghista. Il segretario del Carroccio ritiene che l’indagine a carico di Morisi e quanto emerso negli ultimi giorni non influiscano sul risultato del voto delle elezioni comunali: “Gli italiani sono molto più intelligenti, liberi e svegli di quanto non li facciano i giornalisti”. Poi passa all’attacco: “Qualcuno fa politica facendo il guardone, spiando dal buco della serratura, anche laddove non ci sono reati, vede chi fa l’amore con chi. Oggi ho scoperto su alcuni giornali che un leghista non può essere omosessuale”.

Secondo Salvini questa vicenda dimostra che “c’è bisogno di una riforma della giustizia perché i processi si fanno in tribunale e non sui giornali”. A Milano Salvini parla con i giornalisti al termine della conferenza stampa che chiude la campagna elettorale e risponde a chi gli chiede perché la Lega non abbia continuato a sostenere Morisi, lasciandolo al suo posto: “Per scelta personale da tempo si è allontanato e io quando ci sono scelte personali non entro mai nel merito – è la replica – mi spiace che alcuni giornali stiano facendo una operazione indegna. Ne approfitto per ribadire la mia lotta eterna, non da senatore ma da genitore, contro ogni tipo di droga”.

Salvini lancia un’invettiva sull’uso della droga: “Gli spacciatori di droga sono dei criminali, tra i peggiori criminali e come tali vanno trattati. I consumatori di droga fanno del male a se stessi e vanno aiutati a smettere di farsi del male. E sono veramente ancora più arrabbiato anche con i miei colleghi parlamentari che in queste settimane parlano di legalizzare le droghe, coltivarsi in casa le droghe o spacciare anche vicino alle scuole e alle parrocchie perché non fanno male: le droghe fanno male”. Infine, il leader della Lega va all’attacco del deputato del Pd Alessandro Zan: “Poi se uno fa l’amore con un uomo o con una donna affar suo. Vorrei sapere cosa ne pensa il signor Zan”.

436 CONDIVISIONI
Di Maio dice addio al M5s, Salvini:
Di Maio dice addio al M5s, Salvini: "Se rimane al governo e non rappresenta nessuno è un problema"
Salario minimo, Conte attacca Brunetta:
Salario minimo, Conte attacca Brunetta: "Per alcuni politici è normale prendere paghe da fame"
Ucraina, Renzi:
Ucraina, Renzi: "Salvini confonde la politica estera con l'Interrail, serve serietà non populismo"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni