802 CONDIVISIONI
3 Settembre 2021
16:44

Cartabellotta a Fanpage.it: “Addio mascherina nelle classi di vaccinati? È rischio non calcolato”

“Tale ipotesi contrasta con le raccomandazioni di linee guida nazionali e internazionali sull’uso della mascherina negli ambienti chiusi. Senza contare sia le difficoltà di implementazione, viste le norme in materia di privacy sullo status vaccinale, e le possibili discriminazioni sociali”: lo dichiara Nino Cartabellotta, presidente della fondazione Gimbe, a Fanpage.it parlando della possibilità di abbandonare la mascherina nelle classi di vaccinati, confermata ieri dal ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi.
A cura di Annalisa Girardi
802 CONDIVISIONI

Nelle classi dove tutti saranno vaccinati sarà possibile dire addio alla mascherina. Lo ha confermato ieri il ministro all'Istruzione, Patrizio Bianchi, durante una conferenza stampa a pochi giorni dall'inizio del nuovo anno scolastico. "L’ipotesi di rendere non obbligatoria la mascherina nelle classi dove tutti gli studenti sono vaccinati è un rischio sanitario “non calcolato” per varie ragioni", ha però dichiarato a Fanpage.it il dottor Nino Cartabellotta, presidente della fondazione Gimbe. La prima ragione è molto semplice: "Innanzitutto l’efficacia vaccinale nei confronti dell’infezione è intorno all’80% e nelle fasce più giovani scende sino al 66%". Ragion per cui continuare a rispettare le misure anti contagio è fondamentale, anche per i vaccinati.

"In secondo luogo, non sono stati effettuati interventi sistematici per l’idonea aerazione e ventilazione dei locali e per il distanziamento, ovvero la situazione strutturale è analoga allo scorso anno scolastico", ha proseguito Cartabellotta. Per poi concludere precisando che togliere la mascherina in classe risulta in contraddizione con le indicazioni del governo centrale rispetto ai comportamenti da tenere negli spazi chiusi "Tale ipotesi contrasta con le raccomandazioni di linee guida nazionali e internazionali sull’uso della mascherina negli ambienti chiusi. Senza contare sia le difficoltà di implementazione, viste le norme in materia di privacy sullo status vaccinale, e le possibili discriminazioni sociali".

Cosa dicono ministero, Aifa e Iss sull'uso della mascherina e vaccinazione

Ma cosa dicono le autorità sanitarie in merito all'utilizzo della mascherina e ai comportamenti che devono tenere le persone che hanno ricevuto il vaccino? Tra le domande frequenti sui comportamenti da tenere per contrastare l'infezione da coronavirus, consultabili sul sito del ministero della Salute, si legge che la mascherina deve essere obbligatoriamente indossata in tutti i luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private.

Anche l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), inoltre,  tra le sue Faq conferma che le persone vaccinate debbano continuare a rispettare le misure anti-Covid: "Poiché è possibile che, nonostante l’immunità protettiva, in qualche caso il virus possa persistere nascosto nella mucosa nasale, le persone vaccinate e quelle che sono in contatto con loro devono continuare ad adottare le misure di protezione anti COVID-19", si legge.

Infine, le raccomandazioni dell'Istituto superiore di sanità rispetto alle misure di prevenzione e i soggetti vaccinati affermano: "Una persona vaccinata con una o due dosi deve continuare a osservare tutte le misure di prevenzione quali il distanziamento fisico, l’uso delle mascherine e l’igiene delle mani". Per poi aggiungere: "Questo ancor più alla luce dell’attuale situazione epidemiologica che vede la comparsa e la circolazione di nuove varianti virali, che appaiono più diffusive rispetto al virus circolante nella prima fase della pandemia e per le quali la protezione vaccinale potrebbe essere inferiore a quella esercitata rispetto al ceppo virale originario".

802 CONDIVISIONI
Gimbe: "Domani rischio caos, impossibile avere tamponi per 3,8 milioni di lavoratori non vaccinati"
Gimbe: "Domani rischio caos, impossibile avere tamponi per 3,8 milioni di lavoratori non vaccinati"
Clima, Delrio a Fanpage.it: "Italia è territorio fragile, 10 milioni di persone in zone a rischio"
Clima, Delrio a Fanpage.it: "Italia è territorio fragile, 10 milioni di persone in zone a rischio"
Per l'infettivologo Andreoni "senza mascherine e distanze l'Italia rischia la fine del Regno Unito"
Per l'infettivologo Andreoni "senza mascherine e distanze l'Italia rischia la fine del Regno Unito"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni