Nonostante la bocciatura della manovra italiana fosse nell'aria, la decisione della Commissione europea ha scatenato un vero e proprio vespaio di polemiche. Pochi minuti dopo la diffusione della notizia, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha dichiarato che a breve incontrerà il presidente Juncker per spiegare nel dettaglio la manovra "al di là dei numerini. La spiegazione sarà contenuta in un dossier di tante pagine e molto tecnico".

"Ci sono dubbi e domande sulla crescita prevista dalla manovra italiana e, nonostante i chiarimenti chiesti, questi persistono, non abbiamo risposte a queste domande, da dove venga questa crescita né chi pagherà il conto, a parte aumentare i rischi per i cittadini, le banche e le imprese italiane con un aumento di deficit e debito", ha spiegato il commissario Ue agli Affari economici Pierre Moscovici. "Con l'appoggio dei Paesi dell'Ue, atteso entro due settimane, procederemo a stilare una raccomandazione per correggere l'eccesso di deficit e di debito dell'Italia. Negli ultimi mesi c'è stato un autentico impegno di dialogo della commissione, abbiamo incontrato Giovanni Tria più volte di quanto possa ricordare ma le nostre domande, i nostri dubbi permangono. Non abbiamo ricevuto alcuna risposta a queste domande", ha concluso Moscovici.

Dura la reazione del vicepremier Matteo Salvini: "Ho sempre detto che, fatti salvi i principi guida su pensioni, reddito, lavoro, partite Iva, se si vuole mettere in manovra di più sugli investimenti io sono disponibile a ragionare con tutti. Il debito è aumentato di 300 miliardi di euro in 5 anni in base a manovre a cui qualcuno batteva le mani. Se il Paese non cresce il debito sale, se il Paese cresce il debito scende. Sono assolutamente disponibile a confrontarmi con Juncker, Moscovici o chiunque. Non possiamo cambiarli, siamo convinti dei numeri, poi fra un anno ne riparliamo. Fra un anno uno mi può dire se le cose sono andate peggio o meglio ma non bisogna avere pregiudizi". "Un governo di irresponsabili che distrugge i sacrifici degli italiani e mina il futuro del paese. La manovra va cambiata subito. Ladri di Futuro", ha commentato su Twitter il Segretario uscente del Partito Democratico, Maurizio Martina.

Al momento lo spread appare stabile, ma si susseguono gli allarmi. La capoeconomista dell'Ocse, Laurence Boone, durante la presentazione dell'Economic Outlook 2018 a Parigi, ha dichiarato che attualmente in Europa sussistono dei rischi e uno di questi fattori di rischio è l'Italia. Boone ha inoltre ricordato che "l'innalzamento dello spread" andrebbe scongiurato, aggiungendo che al momento il rischio di contagio agli altri Paesi sarebbe limitato. Per il momento, fonti M5s hanno dichiarato all'agenzia di stampa Ansa che l'esecutivo non ha alcuna intenzione di modificare la manovra, ma vuole piuttosto offrire una dettagliata spiegazione degli obiettivi e dei parametri contenuti nella legge di Bilancio.