10 Aprile 2012
11:31

Bilanci dei partiti certificati e disponibili online: ecco il piano di Pdl, Pd e Udc

Alfano, Bersani e Casini pronti a dare un segno all’opinione pubblica. L’obiettivo è approvare le nuove norme sulla trasparenza dei bilanci dei partiti entro il prossimo 6 maggio, almeno in un ramo del Parlamento.
A cura di Alfonso Biondi
I leader di Pdl, Pd e Udc

Bilanci controllati dalla Corte dei conti e consultabili sul web, rendere pubblici i nomi di chi versa al partito più di 5 mila euro (la somma potrebbe essere ritoccata verso il basso), sanzioni per chi trasgredisce le regole. Sono questi i punti fondamentali allo studio dei tecnici di Pdl, Pd e Terzo polo. Alfano, Bersani e Casini sono pronti a rivedere le norme dei rimborsi elettorali e della loro gestione da parte dei partiti; l'obiettivo è quello di dare una risposta concreta all'opinione pubblica dopo il caso Lusi-Margherita e il recente scandalo in casa Lega. Pochi punti, quindi, sui quali sembra che ci sia già un accordo di massima. Ci sarebbero poi da affrontare le questioni legate alla riduzione dei rimborsi elettorali e alla forma dei partiti, ma l'impressione è che su questi due punti, un po' controversi, non s'interverrà, anche per non ostacolare l'iter del nuovo ddl.

Approvare le nuove norme entro il 6 maggio- L'Abc sembra fare sul serio. Il Ministro della giustizia Paola Severino s'è detta disponibile ad intervenire sulla faccenda, ma i politici considerano il tema della trasparenza dei partiti un affare loro, non dei tecnici. Pdl, Pd e Udc hanno deciso di dare un segno forte ai cittadini e, per questo motivo, cercheranno di approvare le nuove norme almeno in un ramo del Parlamento entro il 6 maggio, data delle prossime elezioni amministrative. Le misure sulla trasparenza, come voluto da Alfano e soci, non saranno contenute in un decreto né verranno infilate nel ddl  anti-corruzione o nel decreto semplificazioni.

Pochi punti e tempi rapidi– Possibile quindi che lo strumento normativo scelto sia un disegno di legge, anche se l'importante, come sottolinea Roberto Rao, consigliere di Casini, è darsi una mossa: "Qui- ha dichiarato Rao- l'importante è andare avanti in fretta, lanciare un segnale forte e chiaro sulla nostra capacità di garantire la trasparenza della politica". Ha le idee chiare anche Maurizio Gasparri che elenca i punti essenziali sui quali si dovrà concentrare l'azione partiti: controlli, organismi che dovranno esercitarli, contributi nominativi, natura dei partiti. Anche per Antonio Misiani, tesoriere del Pd, sarà importante concentrarsi su pochi punti, "visti i tempi rapidi".

Sondaggi politici, Meloni quasi al 30% ma gli alleati faticano: il Pd non è più il secondo partito
Sondaggi politici, Meloni quasi al 30% ma gli alleati faticano: il Pd non è più il secondo partito
Sondaggi politici, Pd scende ancora, il M5s sta per diventare il primo partito d'opposizione
Sondaggi politici, Pd scende ancora, il M5s sta per diventare il primo partito d'opposizione
Black Friday Amazon 2022, le migliori offerte di oggi e 100+ prodotti da comprare
Black Friday Amazon 2022, le migliori offerte di oggi e 100+ prodotti da comprare
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni