Dopo aver negato la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita e sopravvissuta ai campi di concentramento, Liliana Segre, l'amministrazione locale leghista di Biella ha deciso di conferire il titolo al conduttore televisivo Ezio Greggio. "Si conferisce a Ezio Greggio il titolo di Cittadino Onorario per la popolarità televisiva come conduttore, giornalista, attore e regista; per il suo costante impegno attraverso l’associazione ‘Ezio Greggio per i bambini prematuri’; per aver contribuito a diffondere in Italia e nel mondo il nome di Biella", si legge nella nota del Comune.

Il sindaco Claudio Corradino conferirà il riconoscimento a Greggio il prossimo 23 novembre, dopo aver ricevuto il via libera dalla giunta che si era invece opposta all'ipotesi di offrire la cittadinanza onoraria a Segre. La proposta era arrivata da alcune liste civiche. "Nulla contro la senatrice Segre", ha spiegato Alessio Ercoli, capogruppo della Lega a Biella. "Ma credo che la mozione presentata sia avvilente nei suoi stessi confronti. Biella lo sta facendo solo sull'inutile onda del consenso".

Simili polemiche avevano investito anche la città di Pescara. La proposta di conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita nella città abruzzese era arrivata da una consigliera comunale di centrosinistra. "Sulla cittadinanza onoraria a Liliana Segre non c'è nessun problema, ma manca il legame con la città di Pescara e dovremmo mettere in fila tante persone che hanno subito le stesse vicende", aveva detto il sindaco, aggiungendo: "Su questi argomenti non si può essere divisi, ma la proposta mi sembra strumentale e ritengo non si possano fare strumentalizzazioni per creare divisioni".

"Mancano i presupposti per dare la cittadinanza onoraria perché manca un legame con il nostro territorio: a questo punto dovremmo conferirla anche ai tanti rappresentanti delle istituzioni che ricevono pubbliche offese e minacce", aveva invece commentato il capogruppo della Lega a Pescara.  Fratelli d'Italia invece aveva proposto invece di conferire la cittadinanza anche ai parenti delle vittime delle foibe. In seguito alle polemiche il primo cittadino aveva rivisto la sua posizione, decidendo di conferire la cittadinanza onoraria a Segre il prossimo 27 gennaio, Giornata della memoria.