1.389 CONDIVISIONI
Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 8 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 14 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
7 Settembre 2022
21:12

Berlusconi: “Avanti con presidenzialismo, ma non mi candido per il Quirinale, sono vecchio”

Silvio Berlusconi dice sì al presidenzialismo proposto da Meloni, ma assicura di non volersi candidare per il Quirinale: “Non ci sto facendo nessun pensiero perché uno deve considerare l’età che ha”.
A cura di Annalisa Cangemi
1.389 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi è stato intervistato da Bruno Vespa a ‘Porta a Porta', in videocollegamento dal suo studio di Arcore, a Villa San Martino, in vista dell'appuntamento elettorale del 25 settembre. "Io sono assolutamente favorevole alla possibilità di eleggere direttamente il presidente della Repubblica, un sistema che funziona bene in Francia e ancor meglio in Usa", ha detto il leader azzurro nella registrazione della puntata del programma in onda stasera su Rai1. Per quanto riguarda la possibilità di candidarsi, nel casi venisse attuata la riforma presidenziale, "non ci sto facendo nessun pensiero – ha assicurato – perché uno deve considerare l'età che ha".

Per il Cavaliere sono "irrealistiche" le ipotesi che parlano della possibilità di governi di ‘salute pubblica' dopo le elezioni, perché "ci sarà un governo di centrodestra solido, capace, competente ed efficace".

"Penso – ha sottolineato – che i sondaggi di adesso mostrino come certa la vittoria del centrodestra, non credo che siano credibili sui numeri dei singoli partiti. Vedremo cosa succederà. Sono molto preoccupato perché penso che ci possano essere molte astensioni". Pochi giorni fa, per Forza Italia, aveva parlato di un obiettivo del 20% ma, ha precisato, era una "battuta" per spronare i candidati. Per quanto riguarda i ministeri, ha sottolineato, "non ci ho mai pensato, ce li spartiremo in maniera tranquilla non puntando ai numeri ma alla qualità dei protagonisti".

E sugli alleati in coalizione, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, ha detto: "Conosco molto bene i miei alleati. Ho con loro un rapporto franco, un rapporto come da padre a figli, perché ho competenza, esperienza e cultura non paragonabile con nessuno dei leader in campo", per cui "credo che si troverà un accordo" sulla flat tax e sul resto.

Cav: "Da giovane incontrai De Gasperi"

"Questa per me non è l'ottava campagna elettorale, perché ebbi a farne un'altra quando avevo dodici anni, nel 1948…". Il Cav  rievoca un episodio della sua giovinezza quando faceva l'attacchino elettorale, ‘coprendo' i manifesti del Pci con quelli della Dc. Il leader azzurro rivela di aver incontrato Alcide De Gasperi: "Con un compagno prendemmo il treno e andammo alla sede Dc a Roma: De Gasperi ci ricevette…".

"Andavamo a suonare alla porta delle persone per presentare il programma della Dc e quando tramontava il sole andavo ad attaccare i manifesti della Dc sopra a quelli del Pci".

Berlusconi e il video su TikTok

"Il mio video su TikTok ha battuto ogni record al mondo. Ho raggiunto 8,5 milioni di persone e intendo continuare. Non so quanti voti potranno arrivare – ha aggiunto parlando del suo approdo sulla piattaforma seguita dai giovanissimi – ma per me è stata ed è una cosa piacevole e intendo continuare".

Berlusconi si propone come mediatore con Mosca

Sulla guerra in Ucraina e in particolare sulle sanzioni, tema che lo vede distante da Matteo Salvini, ha precisato: "Non posso scostarmi dalla posizione del governo, dell'Ue, degli Usa e di tutto l'Occidente ma sono molto dispiaciuto e deluso perché la Russia invece di entrare nell'Ue ha rafforzato il totalitarismo comunista della Cina. Sono molto addolorato". 

L'ex premier si propone come mediatore per la soluzione del conflitto: "Penso che la signora Angela Merkel al mio posto o con me" potrebbe mediare con Putin, "Con lei mi sentirei in grado di tentare un convincimento". 

1.389 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni