13.721 CONDIVISIONI
29 Giugno 2021
17:44

Beppe Grillo scarica Conte: “Non hai le capacità, né la visione per guidarci, devi capirlo”

Durissima risposta di Beppe Grillo dopo la conferenza stampa di Giuseppe Conte: “Mi dispiace, non potrà risolvere i problemi del Movimento 5 Stelle perché non ha né visione politica, né capacità manageriali. Non ha esperienza di organizzazioni, né capacità di innovazione”. E indice la votazione del nuovo direttivo su Rousseau.
A cura di Redazione
13.721 CONDIVISIONI

È durissima la risposta di Beppe Grillo a Giuseppe Conte, che di fatto lo aveva sfidato al voto degli iscritti sulla proposta di un nuovo Statuto per il Movimento 5 Stelle. Il garante dei 5 Stelle, infatti, con un post pubblicato sul suo blog ribadisce la volontà di “non lasciare che un movimento nato per diffondere la democrazia diretta e partecipata si trasformi in un partito unipersonale governato da uno statuto seicentesco”. E, spiegando di rilevare problemi strutturali, organizzativi e politici all’interno del M5s, aggiunge: “Conte, mi dispiace, non potrà risolverli perché non ha né visione politica, né capacità manageriali. Non ha esperienza di organizzazioni, né capacità di innovazione. Io questo l’ho capito, e spero che possiate capirlo anche voi”.

Dunque, non c’è spazio per Conte, secondo Grillo, che anzi indice una nuova consultazione in Rete per eleggere il nuovo direttivo del Movimento 5 Stelle. E, a sorpresa, annuncia che si terrà su Rousseau, grazie all’intercessione di Davide Casaleggio, contro cui proprio Conte aveva intrapreso una lunga battaglia politica:

Il voto su qualsiasi altra piattaforma, infatti, esporrebbe il Movimento a ricorsi in Tribunale per la sua invalidazione, essendo previsto nell’attuale statuto che gli strumenti informatici attraverso i quali l’associazione si propone di organizzare le modalità telematiche di consultazione dei propri iscritti sono quelli di cui alla Piattaforma Rousseau (art. 1), e che la verifica dell’abilitazione al voto dei votanti ed il conteggio dei voti sono effettuati in via automatica dal sistema informatico della medesima Piattaforma Rousseau (artt. 4 e 6).

In seguito, il nuovo direttivo elaborerà un piano per il rilancio dei 5 Stelle. Insomma, con Conte è scontro totale e non sembrano essersi margini per ricomporre la frattura fra i due.

Grillo di fatto sbatte la porta in faccia a Conte, che nella conferenza stampa di ieri gli aveva chiesto di decidere se essere "il genitore generoso o il padre padrone", se intendesse insomma lasciare che l'ex presidente del Consiglio e leader in pectore del Movimento lo riformasse profondamente. "A Beppe dico che non ne faccio una questione personale, lui sa bene che ho avuto e ho rispetto per lui. Ma non possono esserci ambiguità", aveva ribadito Conte. Le distanze sullo Statuto non sono state evidentemente appianate, e Grillo non intende vedere ridimensionato il suo ruolo di Garante e fondatore della sua creatura, dando a Conte carta bianca non solo sulla comunicazione, ma anche sulla scelta, per esempio, dei candidati per le amministrative e in generale sulla linea politica.

13.721 CONDIVISIONI
La chat in cui i No Vax pubblicano i numeri di giornalisti e virologi per minacciarli e insultarli
La chat in cui i No Vax pubblicano i numeri di giornalisti e virologi per minacciarli e insultarli
La campagna vaccinale rallenta: prime dosi ferme a quota 80mila al giorno, oltre 10 milioni in frigo
La campagna vaccinale rallenta: prime dosi ferme a quota 80mila al giorno, oltre 10 milioni in frigo
Letta dice che sul green pass la Lega ha perso
Letta dice che sul green pass la Lega ha perso
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni