2.718 CONDIVISIONI
Coronavirus
5 Ottobre 2020
09:01

Arriva il Dpcm ottobre: l’uso delle mascherine sarà obbligatorio anche all’aperto

Mercoledì verrà varato il nuovo dpcm, contenente ulteriori restrizioni che seguono l’aumento dei contagi da Covid-19 in Italia. Quasi certo l’obbligo di indossare le mascherine anche all’aperto, mentre si sta valutando l’ipotesi di introdurre una serie di misure restrittive per quanto riguarda i locali e le feste private.
A cura di Stefano Rizzuti
2.718 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Mercoledì verrà varato il nuovo dpcm, con restrizioni in arrivo in tutta Italia. Non solo l’obbligo di mascherine all’aperto, che sembra ormai quasi scontato. Ma anche limitazioni sul numero di partecipanti alle feste private e la possibile stretta sugli orari di chiusura dei locali. Il governo sta ancora valutando le misure da far rientrare nel dpcm, ma vuole aspettare il confronto con il Parlamento, che si terrà domani con l’informativa del ministro della Salute, Roberto Speranza. Tra le ipotesi allo studio ci sono quelle delle feste private con pochi partecipanti, i maggiori controlli nelle zone della movida e la possibile chiusura anticipata per bar e ristoranti.

Il dpcm dovrebbe arrivare già stasera in Consiglio dei ministri. Non la versione definitiva probabilmente: dopo l’intervento di Speranza in Parlamento si valuterà – magari insieme all’opposizione – cosa modificare. Lo stesso ministro dovrebbe, inoltre, annunciare ufficialmente la proroga dello stato d’emergenza fino al 31 gennaio. Probabile anche un confronto con le Regioni, alle quali verrà probabilmente impedito di emanare ordinanze meno restrittive rispetto a quelle governative. Si tornerebbe alla fase 1, quando i dpcm potevano essere limati dai presidenti di Regione solamente in senso restrittivo.

Cosa prevede il dpcm: obbligo di mascherine all’aperto

Come confermato dal ministro Speranza, viene escluso l’allargamento del numero di spettatori che potranno entrare negli stadi: non saranno più di mille per il momento. Quasi certa l’estensione dell’obbligo di indossare le mascherine all’aperto, fondamentali soprattutto in alcuni contesti come le uscite delle scuole e fuori dai locali della movida. Rimane il divieto di assembramenti. L’obbligo di utilizzare le mascherine all’aperto è già in vigore in alcune Regioni come Lazio e Campania, dove il numero dei contagi è maggiore.

La stretta sulla movida e sulle feste private

Ancora da valutare l’ipotesi di una stretta sulla movida: l’ipotesi è quella di anticipare l’orario di chiusura dei locali (alle 23 o al più alla mezzanotte), con un aumento dei controlli. Prima di decidere, anche in questo caso, il governo sembra voler discutere con le Regioni dell’opportunità di emanare queste limitazioni orarie. Altra stretta è quella sulle feste private, come matrimoni e battesimi: non potranno presenziare più di 200 persone, probabilmente. Qualche divieto potrebbe esserci anche per gli incontri privati. Rimane il divieto di ballo e l’obbligo di mascherina al chiuso.

2.718 CONDIVISIONI
27034 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni