21 Ottobre 2021
16:18

Uccise 5 persone, si era rifugiato in Italia: arrestato in un alberghetto di Aversa

La Polizia di Caserta ha arrestato ad Aversa un latitante pakistano, destinatario di mandato di cattura internazionale: era ricercato da 20 anni per avere ucciso, insieme a un complice, 5 persone in una faida familiare nel suo Paese. È stato individuato in un albergo e bloccato dopo un tentativo di fuga.
A cura di Nico Falco

In Italia ci era arrivato circa 18 anni fa, almeno a giudicare dalla data in cui era stato rilasciato il permesso di soggiorno. Da quel momento era sparito: mentre le forze dell'ordine lo ricercavano in ambito internazionale per l'omicidio di 5 persone, si spostava tranquillamente per la Penisola e, le poche volte che era incappato in un controllo, era riuscito a superarlo fornendo generalità false. A tradirlo, la registrazione in un albergo di Aversa: quando il gestore ha inserito i suoi dati per la comunicazione alla Questura degli alloggiati, nella Sala Operativa della Polizia di Stato si è acceso l'alert.

In manette I. A., 40enne pakistano, ricercato da oltre venti anni dalle autorità pakistane: sulla sua testa pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dal Pakistan nel giugno 2000 per un plurimo omicidio avvenuto in quel Paese: è ritenuto responsabile, insieme a un complice, di avere aperto il fuoco su un gruppo di persone e di averne uccise cinque. Il motivo, appurarono all'epoca gli inquirenti, era da ricercare in una faida tra famiglie.

Nella notte del 19 l'uomo è arrivato in un albergo di Aversa insieme alla moglie. La segnalazione è arrivata nel cuore della notte, alle 2:30. Gli agenti della Squadra Volante del commissariato locale della Polizia di Stato hanno rapidamente raggiunto il posto e hanno individuato la stanza, indicata dal portiere, dove il 40enne stava alloggiando. Hanno quindi bloccato tutte le vie di fuga ed è scattata l'irruzione. L'uomo ha tentato la fuga, ma è stato bloccato; dopo le formalità di rito è stato accompagnato nel carcere di Ariano Irpino, in attesa dell'estradizione che lo riporterà in Pakistan dove dovrà scontare l'ergastolo.

Allevatore carbonizzato nelle campagna di Enna. Arrestate quattro persone
Allevatore carbonizzato nelle campagna di Enna. Arrestate quattro persone
646 di Fanpage.it
Omicidio Crescenzo Laiso, ucciso nel Casertano nel 2010: uno dei killer arrestato 11 anni dopo
Omicidio Crescenzo Laiso, ucciso nel Casertano nel 2010: uno dei killer arrestato 11 anni dopo
Traffico internazionale di droga: 20 persone arrestate a Napoli
Traffico internazionale di droga: 20 persone arrestate a Napoli
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni