41 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Stadio Maradona, il consigliere Simeone a De Laurentiis: “Stiamo ancora aspettando il progetto”

Nino Simeone, consigliere del Comune di Napoli e presidente della Commissione Infrastrutture, risponde a De Laurentiis: “Siamo ancora in attesa di ricevere un progetto per lo stadio”. E ricorda: “Cedere o regalare un bene pubblico per simpatia o affetto è un reato”.
A cura di Giuseppe Cozzolino
41 CONDIVISIONI
Immagine

"Siamo ancora in attesa di ricevere il suo progetto". Nino Simeone, consigliere del Comune di Napoli e presidente della Commissione Infrastrutture, Mobilità e Protezione Civile, risponde così ad Aurelio De Laurentiis, il patron azzurro che in conferenza stampa è tornato a parlare, tra le altre cose, della vicenda relativa allo stadio Maradona di piazzale Tecchio a Fuorigrotta.

"Sono basito per le sue parole", spiega Simeone a Fanpage.it, "che addirittura detta tempi e condizioni per la cessione dell’impianto sportivo comunale, in spregio ad ogni norma in materia di gestione patrimoniale pubblica". De Laurentiis aveva infatti spiegato questa mattina:

Ho parlato con il sindaco Gaetano Manfredi, se non me lo danno entro 120 giorni, lo costruirò altrove, forse ad Afragola, poiché lì ci sarà la stazione della metro.

Parole che però non sono piaciute a Palazzo San Giacomo. Simeone ha infatti spiegato che "i suoi toni sono del tutto inappropriati e potrebbero anche essere fraintesi", ricordando che "lo Stadio è un bene pubblico che appartiene al Comune di Napoli ed ai cittadini napoletani e non può essere ceduto o “regalato” per simpatia o per ragioni sentimentali, legate magari fede calcistica o sportiva", sottolineando che "una scelta del genere, fatta da qualsiasi Amministratore pubblico, sarebbe reato".

Simeone ha poi ironizzato: "Adesso trovasse le parole giuste per spiegare a quelli di Pompei, Melito, Giugliano, Marano, Mugnano, Castellammare, Castelvolturno, Caserta e gli altri, che si aspettavano la costruzione di uno stadio sul proprio territorio, che purtroppo resteranno delusi". Il riferimento è alle dichiarazioni di De Laurentiis che già da tempo parla di uno stadio da costruire altrove qualora non riuscisse ad ottenere l'impianto di Fuorigrotta. Poi però Simeone ha ricordato: "Il Consiglio e la Commissione Infrastrutture del Consiglio comunale di Napoli è ancora in attesa di ricevere un project financing da parte della Società Sportiva Calcio Napoli per lo stadio Maradona, dopodiché lavoreremo solennemente notte e giorno, per dare un parere al Sindaco entro i prossimi 120 giorni, come da "ultimatum" di De Laurentiis".

41 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views