Che ci faceva una bara sul Lungomare di via Caracciolo, in piena carreggiata, corsia di sinistra, sul lato della Villa Comunale ieri mattina? Se lo sono chiesti molti napoletani quando la foto del feretro, scattata da un cittadino, è finita sui social diventando subito virale. C'è chi ha pensato ad una trovata di qualche buontempone per protestare contro il nuovo piano traffico con le auto sul Lungomare, dovuto alla chiusura della Galleria Vittoria, con la circolazione bloccata praticamente da una settimana. Chi, invece, l'ha collegato magari alla partita Juventus-Napoli, sulla base di altri precedenti che vedevano comparire in città in corrispondenza del big-match tra il club azzurro e i bianconeri dei feretri addobbati con le sciarpe della Juventus in chiave scaramantica.

Bara in via Caracciolo, persa da un furgone

La verità è molto più prosaica. In realtà la bara è stata persa da un furgone che ieri mattina presto, attorno alle 6,30, stava transitando in via Caracciolo diretto all'Ospedale Fatebenefratelli di via Manzoni. L'autista, come ricostruito dalla Polizia Municipale di Napoli, dell'Unità Operativa di Chiaia, inizialmente ha proseguito il tragitto, perché probabilmente non si era accorto di aver perso il suo carico. Poi, è tornato indietro per riprendere la cassa da morto, che è stata ricaricata sul furgone e finalmente portata via. Per chi se lo chiedesse, la bara era vuota. Nessuna salma, insomma, è rimasta incustodita anche se per pochi minuti sul ciglio della strada del Lungomare. Gli agenti della Polizia locale sono così riusciti a risolvere il mistero che ha incuriosito tanti cittadini.