Un 53enne di Portici è stato arrestato per atti sessuali e corruzione di minore nei confronti delle nipotine che vivevano con lui: la sorella lo ha sorpreso in casa mentre si masturbava davanti alle sue due figlie di 11 e 7 anni. Bloccato dai carabinieri, intervenuti in seguito alla chiamata della donna, l'uomo è stato condotto nel carcere di Poggioreale in attesa di giudizio. L'episodio è avvenuto nella mattinata di ieri, 13 febbraio, nella popolosa cittadina della provincia di Napoli.

È successo all'interno dell'abitazione in cui convivono la donna, le due bambine, figlie di lei, e il fratello. Stando a quanto ricostruito l'uomo avrebbe approfittato di un momento in cui credeva di essere da solo con le nipotine; si sarebbe quindi masturbato davanti alle bambine ma in quel momento sarebbe tornata la sorella, che lo avrebbe quindi sorpreso in atteggiamenti inequivocabili. Ne sarebbe nato un litigio, subito seguito da una colluttazione, quindi la chiamata ai carabinieri. La pattuglia dei militari, su indicazioni della centrale operativa del 112, ha in pochi minuti raggiunto l'appartamento in cui c'era ancora il 53enne. Per lui sono scattate le manette e, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato in carcere.

Probabilmente nei prossimi giorni le bambine verranno ascoltate da esperti per capire se si sia trattato di un singolo episodio o se, approfittando della convivenza, l'uomo abbia abusato di loro anche in passato approfittando della momentanea assenza della madre. Verosimile anche che vengano esaminati i dispositivi informatici in possesso del 53enne alla ricerca di materiale pedopornografico.