4 Dicembre 2022
13:43

Sfascia il bar e minaccia di morte la commessa, poi picchia il fidanzato corso a difenderla: paura a Capua

Nei guai un 28enne di Capua, già sottoposto alla misura della sorveglianza speciale per 2 anni. Ad un certo punto ha dato in escandescenze, distruggendo tutto. Arrestato ai domiciliari.
A cura di Pierluigi Frattasi

Sfascia il bar nel quale si trova senza motivo, quando la barista cerca di fermarlo la minaccia. Poi picchia il fidanzato della ragazza arrivato in suo soccorso per difenderla. Nei guai un 28enne di Capua, peraltro già sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza per 2 anni. L'uomo stava trascorrendo la serata in un locale della zona, in provincia di Caserta, quando, ad un certo punto, sembra senza apparente motivo, ha cominciato a dare in escandescenze e a distruggere tutto. Arrestato ai domiciliari dai carabinieri.

Il 28enne ha minacciato di morte la barista

L'episodio è accaduto nella serata di ieri, in un bar del luogo. Il 28enne all'improvviso ha iniziato a danneggiare le attrezzature di quell’esercizio commerciale tra lo stupore dei presenti. La barista che era nel locale ha provato a calmarlo e a fermarlo. Ma la risposta dell'uomo è stata tutt'altro che positiva. Il 28enne a quel punto ha rivolto la sua rabbia verso la donna, minacciandola di morte. A quel punto, a difesa della ragazza è arrivato il fidanzato, che era nei paraggi. Purtroppo, però, il 28enne si è accanito su di lui, picchiandolo.

Arrestato dai carabinieri, era già sorvegliato speciale

Sul posto sono subito accorsi i carabinieri della locale Stazione, unitamente a personale della sezione radiomobile della Compagnia di Capua, che non appena giunti nel locale hanno bloccato ed arrestato l’uomo. Il 28enne ora dovrà rispondere dei reati di lesioni, minacce, danneggiamento e violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale. L'uomo al momento è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Rapina con i fucili nella caffetteria di Teverola, minacce alla commessa: poi rubano soldi e gratta e vinci
Rapina con i fucili nella caffetteria di Teverola, minacce alla commessa: poi rubano soldi e gratta e vinci
"Il figlio del boss Ligato mi controllava col drone quando smisi di pagare la tangente"
Rapina alle poste di Aversa, dipendenti legati con le fascette: colpo da 100mila euro
Rapina alle poste di Aversa, dipendenti legati con le fascette: colpo da 100mila euro
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni