Ci sarebbe una storia di gelosia per una ragazza dietro l'accoltellamento avvenuto ieri pomeriggio in piazzetta Leone, a Mergellina, nel centro di Napoli. Uno scontro tra due giovani, spalleggiati da altre tre persone, che si è concluso con un ferimento grave: un uomo di 58 anni, padre di uno dei due, finito in ospedale per delle coltellate all'addome; è in gravi condizioni, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Ad intervenire per primi gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli. Le indagini sono affidate alla Squadra Mobile, che ha denunciato per la rissa 5 persone; si tratta di due ecuadoregni, padre e figlio, tra cui il ferito grave, e tre napoletani. Secondo quanto ricostruito dai poliziotti i cinque si sono incontrati in piazzetta del Leone, a pochi metri dall'uscita della galleria Laziale. Tra loro c'erano vecchi rancori per questioni di gelosia: l'attuale compagna del ragazzo napoletano era stata in passato legata sentimentalmente con il giovane straniero. A far scoppiare la discussione sarebbero stati degli apprezzamenti sulla ragazza.

Ad avere la peggio è stato un 58enne ecuadoregno: è stato raggiunto da tre fendenti all'addome. Trasportato d'urgenza al Pronto Soccorso del Pellegrini, è stato ricoverato in prognosi riservata ma non è in pericolo di vita. Ieri erano finite in ospedale anche altri due coinvolti, per ferite meno gravi. Non è chiaro se i cinque si fossero dati appuntamento o se si fossero incontrati fortuitamente. Nell'automobile di uno di loro gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato una mazza da baseball. La posizione dei cinque è attualmente al vaglio, verranno sentiti nelle prossime ore per la ricostruzione.