Tre persone sono finite in ospedale a seguito di una lite scoppiata nel pomeriggio di oggi a Mergellina, nel centro di Napoli; nessuno dei feriti è in pericolo di vita, il più grave è un 58enne pregiudicato, ricoverato in prognosi riservata. Ancora ignoti i motivi della rissa, che sarebbe scattata all'improvviso; verosimilmente tra i tre, che pare si conoscessero, c'erano vecchi rancori emersi una volta che si sono incontrati in strada.

È successo poco dopo le 17 in piazzetta Leone, alle spalle di via Mergellina, a pochi passi dall'uscita della galleria Laziale. I coinvolti sono due ecuadoregni, padre e figlio, e un cittadino napoletano. La lite sarebbe nata all'improvviso, per motivi che restano da accertare; dopo gli insulti e qualche spintone i tre avrebbero cominciato a colpirsi, fin quando non è saltato fuori un coltello. Jesus Daniel Romero Guerrero è stato colpito da tre fendenti all'addome; soccorso dopo l'allarme lanciato da alcuni passanti, è stato trasportato d'urgenza al Pronto Soccorso dell'ospedale dei Pellegrini, dove i medici hanno disposto il ricovero dopo le prime cure; per lui prognosi riservata, anche se sembra escluso il pericolo di vita.

Sul posto è intervenuta la Polizia di Stato. Ricoverati anche gli altri due coinvolti alla rissa, in ospedali differenti; le loro condizioni non destano preoccupazioni, i fendenti non hanno leso organi vitali. In queste ore gli investigatori li stanno ascoltando per cercare di ricostruire i momenti subito precedenti alla rissa e stabilirne i motivi. Da chiarire anche chi dei tre fosse in possesso del coltello e la ragione per cui i tre si erano incontrati.