Due giovani rincorrono ridendo una ragazza trans, che urla fuggendo spaventata. Poi quando inciampa e cade a terra, la raggiungono e la prendono a calci mentre è indifesa. Le immagini riprese da un cellulare di una terza persona che assiste alla violenta aggressione. Il video poi è finito in rete, dove è diventato subito virale. A denunciare l'episodio è il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, che ha pubblicato il video sul proprio profilo social: “Un aggressione omofoba contro una persona indifesa”. L'episodio, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe avvenuto in via Nazionale a Torre del Greco e risalirebbe alla sera di giovedì scorso. “Abbiamo inviato le immagini ai carabinieri e alla Questura – spiega Borrelli, contattato da Fanpage.it – chiedendo che gli autori di quella aggressione siano identificati e denunciati”.

"Picchiata mentre era a terra indifesa"

"Ci hanno inviato un video – scrive Borrelli – che sarebbe stato girato in via Nazionale a Torre del Greco, dove si è consumata una vile aggressione, sembra di chiara matrice omofoba, ai danni di una indifesa che oltre ad essere stata rincorsa e scaraventata al suolo è stata presa a calci da due squadristi codardi. La vittima ha provato a scappare e urlare ma è stata braccata, e ha dovuto sottostare ai calci degli aggressori. Abbiamo provveduto a girare le immagini alle forze dell’ordine affinché procedano all’identificazione dei due vigliacchi, perché siano denunciati. Episodi del genere sono inaccettabili, sanno di prevaricazione e pregiudizi intollerabili. Niente può giustificare l’esercizio della violenza e della prepotenza, nessuno può decidere deliberatamente di agire a scopo intimidatorio contro altri”. È il commento di Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale, dopo aver visionato il contenuto delle immagini inviategli assieme al rappresentante territoriale Michele Lunella.