Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un giovane di 20 anni è stato arrestato dai carabinieri a Marcianise, nella provincia di Caserta, su disposizione del gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della locale Procura della Repubblica: deve rispondere dei reati di stalking, minacce e lesioni aggravate commesse ai danni della ex fidanzata, una ragazzina di 17 anni. Le indagini di militari e magistrati hanno accertato che, a partire dal luglio del 2020, e cioè da quando la ragazza aveva deciso di interrompere la loro relazione, il 20enne aveva messo in atto una serie di comportamenti persecutori nei confronti della minore, presentandosi in maniera sistematica all'esterno della scuola da lei frequentata e minacciando costantemente sia lei che i suoi famigliari.

Il culmine, poi, lo scorso 23 aprile, quando il 20enne ha tamponato l'automobile del padre della ragazza, picchiando l'uomo con una mazza da baseball. In seguito a questo episodio, la 17enne si è presentata alla stazione dei carabinieri di Macerata Campania e ha denunciato i comportamenti persecutori messi in atto nei suoi confronti dal 20enne, in particolare gli appostamenti all'esterno della scuola e i messaggi minatori che lui le inviava sui social. Le indagini dei carabinieri hanno permesso di raccogliere numerosi indizi di colpevolezza nei confronti del giovane, a tal punto che la Procura di Santa Maria Capua Vetere ha richiesto al gip l'arresto del 20enne, che lo ha concesso.