456 CONDIVISIONI
Whirlpool chiude a Napoli, la rabbia degli operai
20 Luglio 2021
11:45

Operai Whirlpool bloccano i binari dell’Alta Velocità a Napoli e poi piazza Garibaldi

Blitz dei lavoratori della Whirlpool di via Argine alla stazione centrale di Napoli. Quasi 200 operai dello stabilimento di Via Argine si sono mobilitati per bloccare gli arrivi e le partenze dei treni ad alte velocità. Forti ritardi per i Frecciarossa e gli Italo, molti treni regionali cancellati. Poi il presidio è continuato con un blocco stradale in piazza Garibaldi. Protesta conclusa poco dopo le 11.30.
A cura di Redazione Napoli
456 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Whirlpool chiude a Napoli, la rabbia degli operai

Gli operai dell'azienda di elettrodomestici Whirlpool, che ha dismesso e licenziato oltre 300 addetti nella sede di Napoli, hanno bloccato stamane i binari dei treni ad Alta Velocita alla Stazione centrale di Napoli.  I licenziati espongono striscioni e scandiscono slogan contro la multinazionale americana. Tensione e grosso schieramento di polizia in tutta la città visto l'imminente inizio del G20. «L'avvio della procedura di licenziamento determina un aumento delle mobilitazioni. Oggi siamo in stazione, continueremo volta per volta con obiettivi sensibili. Non ci fermeremo fino a quando non avremo il ritiro della procedura» dichiara Rosario Rappa, segretario generale Fiom Napoli, durante il blocco dei binari.

Poco dopo le 11 gli operai Whirlpool hanno lasciato i binari della stazione centrale per proseguire la protesta all'interno e poi spostarsi fuori e occupare una parte di piazza Garibaldi, bloccando la circolazione della auto tra la stazione e corso Arnaldo Lucci. Solo in una circostanza gli operai hanno aperto il blocco per far passare un'auto: quella a bordo della quale viaggiava una sposa diretta in chiesa. Il passaggio dell'auto è stato salutato dagli applausi dei lavoratori. Successivamente il blocco è stato ritirato e gli operai sono tornati al picchetto davanti alla fabbrica di via Argine.

Rilevanti le ripercussioni sul trasporto ferroviario veloce e ordinario. Trenitalia informa di una serie di cancellazioni di convogli. «È in corso la riprogrammazione dell'offerta commerciale – si legge in una nota».

Treni in ritardo o cancellati

I treni in viaggio hanno registrato maggiori tempi di percorrenza fino a 60 minuti.

Treni direttamente coinvolti:

• FR 9509/9599 Milano Centrale (5:00) – Salerno (11:27)
• FR 9696/9605 Bergamo (5:45) – Napoli Centrale (11:03)
• FR 9603 Milano Centrale (6:00) – Napoli Centrale (10:33)
• FR 9514/9528 Salerno (8:46) – Torino Porta Nuova (16:00)
• FR 9532 Napoli Centrale (10:40) – Torino Porta Nuova (17:00)
• IC 731 Roma Termini (7:26) – Palermo Centrale (19:25)
• IC 590 Napoli Centrale (10:31) – Milano Centrale (19:40)
• R 5578 Cosenza (5:58) – Napoli Centrale (10:10)
• R 21055 Roma Termini (6:56) – Napoli Centrale (9:50)
• R 34383 Roma Termini (7:01) – Napoli Centrale (10:13)
• R 21057 Roma Termini (7:36) – Napoli Centrale (10:36)
• R 5809 Cassino (8:40) – Napoli Centrale (10:40)
• R 5793 Caserta (9:07) – Napoli Centrale (9:47)
• R 94780 Napoli Centrale (9:35) – Roma Termini (11:48)
• R 5965 Napoli Centrale (9:45) – Salerno (11:00)
• R 5973 Napoli Centrale (10:10) – Torre Annunziata Centrale (10:50)

Treni parzialmente cancellati:

• ICN 797 Torino Porta Nuova (21:25) – Salerno (10:50): limitato a Napoli Centrale (9:38), i passeggeri possono proseguire il viaggio da Napoli Centrale fino a Salerno a cura del personale di Assistenza clienti
• R 21150 Caserta (9:18) – Napoli Centrale (10:06): limitato ad Aversa (9:38)

Treni cancellati:

• R 21415 Villa Literno (9:40) – Napoli Centrale (10:23)
• R 21424 Napoli Centrale (9:42) – Villa Literno (10:25)
• R 21410 Napoli Centrale (9:55) – Aversa (10:19)
• R 21412 Napoli Centrale (10:40) – Aversa (11:04)

(articolo aggiornato 20 luglio, ore 12)

456 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni