425 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Omicidio-suicidio a Pozzuoli, domani i funerali (separati) di Angela Gioiello e Antonio Di Razza

Le famiglie hanno deciso di procedere con funerali separati per Antonio Di Razza e Angela Gioiello: lo scorso 28 luglio, l’uomo ha ucciso la moglie e si è poi tolto la vita.
A cura di Valerio Papadia
425 CONDIVISIONI
Immagine

Hanno deciso di organizzare funerali separati le famiglie di Angela Gioiello, 38 anni e Antonio Di Razza, 50, la coppia di coniugi morta lo scorso 28 luglio a Pozzuoli, nella provincia di Napoli. Stando a quanto emerso finora dalle indagini dei carabinieri, il 28 luglio Di Razza ha impugnato una pistola e ha ucciso la moglie, togliendosi poi la vita con la stessa arma, mentre in casa si trovavano anche i loro tre figli, tutti minorenni.

I funerali dei due coniugi si svolgeranno entrambi domani, sabato 5 agosto, nella cattedrale di San Paolo Apostolo a Monterusciello, quartiere nel quale la coppia viveva e dove si è consumata la tragedia. Alle 11.30 saranno celebrati i funerali di Antonio Di Razza, mentre alle 16.30 saranno celebrati quelli di Angela Gioiello.

Proseguono le indagini: ieri è stata effettuata l'autopsia

Nonostante l'ipotesi dell'omicidio-suicidio appaia ormai certa, proseguono le indagini per fare piena luce sulla vicenda. Ieri, all'obitorio del Policlinico Federico II, come disposto dalla Procura di Napoli, sulle salme dei due coniugi è stata effettuata l'autopsia, che dovrebbe chiarire l'esatta dinamica di quanto accaduto.

Lo scorso 28 luglio la coppia si trovava nella loro abitazione, in via Parini, come detto a Monterusciello, quartiere residenziale e periferico di Pozzuoli. Da quanto emerso finora pare che, al culmine di una lite, Antonio Di Razza abbia impugnato un revolver e abbia sparato alla moglie Angela Gioiello, uccidendola. Il 50enne ha poi rivolto l'arma verso di sé, uccidendosi. In casa si trovavano anche i tre figli della coppia – 16, 13 e 8 anni – che non avrebbero assistito direttamente al delitto, poiché in un'altra stanza, ma avrebbero udito gli spari.

425 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views