983 CONDIVISIONI
25 Settembre 2021
11:32

Napoli, terrore e spari in piazza: barricato in auto sperona i poliziotti. E i turisti fanno video

Follia al centro storico di Napoli stanotte: un’auto di grossa cilindrata non si ferma all’alt della Polizia in piazza Trieste e Trento. Anzi, ingrana la marcia e sperona la volante, scatenando il panico tra la gente. Gli agenti cercano di bloccarlo sparando anche dei colpi di avvertimento, ma l’uomo prosegue la corsa fuggendo per piazza del Plebiscito e imboccando il Lungomare contromano. Arrestato al termine di un inseguimento. La scena ripresa dai turisti in un video.
A cura di Pierluigi Frattasi
983 CONDIVISIONI

Follia al centro storico di Napoli stanotte: l'auto di grossa cilindrata non si ferma all'alt della Polizia. Anzi, ingrana la marcia e sperona la volante. Gli agenti cercano di bloccarla sparando anche dei colpi di avvertimento, ma l'autista non si arrende e prosegue la folle corsa verso il Lungomare imboccato contromano. È quanto accaduto nella tarda serata di ieri, venerdì 24 settembre 2021, tra piazza del Plebiscito e piazza Trieste e Trento, dove un automobilista ha speronato le auto della Polizia di Stato e della Polizia Municipale scatenando il panico tra la gente che era in strada. Tutta la scena è stata ripresa dai telefonini di alcuni turisti presenti.

Secondo quanto apprende Fanpage.it da fonti della Polizia Municipale, l'autista avrebbe speronato prima dei taxi che erano all'incrocio tra piazza Trieste e Trento e via Chiaia. Questi avrebbero allertato le forze dell'ordine. Quando sono arrivate le volanti della Polizia di Stato e della Polizia Locale, però, l'autista avrebbe speronato anche queste, non fermandosi all'alt. Per questo, i poliziotti avrebbero sparato alcuni colpi di avvertimento. L'auto però non si è fermata ed è fuggita verso piazza del Plebiscito.

Sul Lungomare contromano e l'arresto

L'uomo, Martin Dittrich, 36enne della Slovenia con precedenti di polizia, è stato poi arrestato sul Lungomare di via Partenope, che aveva imboccato con l'auto contro mano, al termine di un rocambolesco inseguimento, per resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni e denunciato per danneggiamento aggravato di beni della Pubblica Amministrazione. Il 36enne si è rifiutato di sottoporsi agli esami per alcol e droga. Stamattina il giudizio per direttissima, condannato a 6 mesi, pena sospesa. Il veicolo con targa straniera e a noleggio è stato sottoposto a sequestro penale.

Follia in strada davanti al caffè Gambrinus

A denunciare l'accaduto l'avvocato Gennaro Esposito, presidente del Comitato Vivibilità Cittadina: "Da tempo – scrive Esposito – dico che non è più possibile andare aventi così, il senso di impunità ha raggiunto livelli di guardia che spingono persone a compiere atti nella consapevolezza (sbagliata) di restare impuniti. Gli agenti delle forze dell'ordine, ieri sera, in Piazza Trieste e Trento, davanti allo storico Caffè Gambrinus, hanno dovuto usare le armi per fermare il folle sparando nelle ruote dell’auto".

La richiesta di aiuto dei due tassisti

L'episodio è accaduto nella tarda serata di ieri, quando personale della Polizia Municipale, nel transitare in piazza Trieste e Trento, è stato avvicinato da due tassisti i quali hanno indicato un’auto con un uomo a bordo che, poco prima, aveva urtato i loro taxi; gli agenti hanno intimato l’alt al conducente che, effettuando manovre pericolose per sfuggire al controllo, ha impattato contro la loro auto ed è riuscito ad allontanarsi. In quei frangenti, un equipaggio della Questura di Napoli in servizio per il controllo  della "movida" cittadina è  intervenuto posizionando l'auto di servizio davanti al veicolo dell’uomo che ha accelerato la marcia speronandoli. Ne è nato un inseguimento terminato in via Partenope quando il fuggitivo,  dopo aver impattato contro una volante del Commissariato San Ferdinando, è stato finalmente bloccato.

Il video

Nel video diffuso sul web si vede l'auto circondata da volanti della Polizia di Stato e della Polizia Municipale. I poliziotti cercano di fermarlo, ma l'autista nonostante il segnale di alt prosegue la marcia e sperona l'auto della polizia proprio davanti al Caffè Gambrinus. Vengono quindi sparati dei colpi di avvertimento. Ciò nonostante l'auto non si ferma e prosegue la corsa verso piazza del Plebiscito inseguito dalle volanti delle forze dell'ordine. Una scena assurda, che ha suscitato lo sconcerto dei passanti che si trovavano in quel momento in piazza.

(aggiornato il 25-09-2021, alle ore 15,00)

983 CONDIVISIONI
Napoli, rapinata e trascinata con l'auto: il video
Napoli, rapinata e trascinata con l'auto: il video
Napoli, in video ragazza rapinata e trascinata con l'auto
Napoli, in video ragazza rapinata e trascinata con l'auto
Terrore in piazza Mercato, distrugge le auto scagliando blocchi di cemento sui parabrezza
Terrore in piazza Mercato, distrugge le auto scagliando blocchi di cemento sui parabrezza
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni