451 CONDIVISIONI
Trasporto pubblico a Napoli
30 Giugno 2022
17:11

Napoli Pride 2022: percorso, orari e programma della parata arcobaleno

Corteo arcobaleno per le strade del centro sabato 2 luglio: il Napoli Pride parte da piazza Municipio a via Partenope, passando per via Medina e via Toledo.
A cura di Pierluigi Frattasi
451 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Trasporto pubblico a Napoli

Il colonnato di piazza del Plebiscito illuminato di arcobaleno per tre giorni per il ritorno a Napoli del Pride 2022, giunto ormai alla sua 15esima edizione. L'evento culturale e sociale, a difesa dei diritti civili e delle istanze delle persone LGBT+ (lesbiche, gay, bisex, trans e oltre +) si terrà sabato 2 luglio 2022. Ma i preparativi per allestire i palchi in piazza Municipio e sul Lungomare inizieranno già domani. Il colonnato della Basilica di San Francesco di Paola, in piazza del Plebiscito sarà illuminato rainbow dal 1 al 3 luglio.

Il percorso e gli orari del Napoli Pride 2022

Il palco del Napoli Pride 2022 sarà in piazza Municipio, dove ci saranno anche dei gazebo informativi. Contemporaneamente sarà allestito un villaggio sul Lungomare, in via Partenope altezza centro congressi Federico II-via Dumas.

Il 2 luglio i carri arriveranno alle ore 13, alle 15 ci sarà il concentramento in piazza Municipio, con gli interventi dei rappresentati delle istituzioni e delle associazioni sono previsti alle 17. Dalle 18 il corteo partirà per le seguenti strade:

  • piazza Municipio,
  • via Medina,
  • via Monteoliveto,
  • via Sant'Anna dei Lombardi,
  • piazza Sette Settembre,
  • via Toledo,
  • piazza Trieste e Trento,
  • piazza del Plebiscito,
  • via Cesario Console,
  • via Nazario Sauro,
  • via Partenope

Arriverà in via Partenope attorno alle ore 20,30. Alle 21 ci sarà l'esibizione degli artisti.

La madrina del Napoli Pride 2022 è Bianca Guaccero, chi sono gli altri ospiti

La madrina del Napoli Pride 2022 sarà l'attrice Bianca Guaccero. Sul Lungomare è in programma una grande festa con artisti, musica e colore sotto la direzione artistica di Diego Di Flora. A condurre la serata ci saranno Teresanna Pugliese e Vito Coppola. Tra gli ospiti che animeranno il palco: Valeria Marini, Alexia, Maria Mazza,  Marco Carta, Priscilla, Vergo, Virginio, Antonino, Rosario Miraggio, Emiliana Cantone, Mr. Hyde, Rico Femiano, Mavi e Bellatrix.

Napoli ospita il Pride dal 1996, è la terza città italiana dopo Roma e Bologna ed è stata l'unica a scendere in piazza, senza corteo, durante il Covid, nel 2020 a piazza Plebiscito e nel 2021 a piazza Dante. Anche per quest'anno, il Comune ha conferito il patrocinio morale e la coorganizzazione per l'evento del 2 luglio. Sulla facciata di Palazzo San Giacomo ci sarà lo striscione sul Napoli Pride. Slogan della manifestazione 2022 è ‘…e che burdello!', espressione partenopea per indicare un caos imprevedibile ma che vuole essere utilizzata anche nell'accezione di condanna "di tutti quei pericolosi processi culturali che provano a rosicare spazio all'avanzamento del riconoscimenti di nuovi diritti".

Il piano traffico per il Napoli Pride

Il Comune ha emanato apposita ordinanza per la viabilità in occasione del Napoli Pride. Per consentire il regolare svolgimento della manifestazione “Napoli Pride” prevista per domani sabato 2 luglio, è stato istituito  un particolare dispositivo temporaneo di circolazione.

  1. dalle ore 18:00 fino a cessate esigenze, il divieto di transito veicolare lungo le seguenti strade di volta in volta interessate dal passaggio del corteo, con contestuale sospensione del percorso di mobilità ciclabile ove presente: via Medina, via Monteoliveto, via Santa’Anna dei Lombardi, piazza VII Settembre, via Toledo, piazza Carità, via Cesare Battisti, piazza Matteotti, via Diaz, via Medina, piazza Municipio, via San Carlo, piazza Trieste e Trento, Via Cesario Console (dove i carri allegorici svolteranno verso Via Acton), via Nazario Sauro;
  2. dalle ore 7:30 fino a cessate esigenze:
    a) inversione del senso di marcia in via Raffaele de Cesare, con verso di percorrenza da via Nazario Sauro a via Generale Giordani Orsini;
    b) la sospensione delle aree di sosta regolamentata a tariffa senza custodia (cd strisce blu) e delle aree di sosta riservate, con istituzione contestuale del divieto di sosta con rimozione coatta, nell’emiciclo di via Nazario Sauro antistante via Raffaele de Cesare e in via Nazario Sauro, nel tratto compreso tra l’emiciclo e l’intersezione con via Cesario Console;
  3. dalle ore 14:00 e fino a cessate esigenze il divieto di transito veicolare in via Nazario Sauro nel tratto compreso tra via Raffaele de Cesare e via Cuma;
  4. dalle ore 16:00 e fino a cessate esigenze:
    a) il divieto di transito veicolare in via Partenope, nel tratto compreso tra via Dumas Padre e via Raffaele de Cesare, eccetto i veicoli diretti agli Alberghi, i residenti, gli autorizzati, i mezzi di soccorso e di emergenza, delle Forze dell'Ordine;
    b) inversione del senso di marcia in via Chiatamone, con verso di percorrenza da via Santa Lucia all'intersezione della Galleria della Vittoria;
    c) il divieto di transito veicolare in via Ammiraglio Ferdinando Acton, nella corsia con direzione verso via Cesario Console, eccetto i residenti dela zona di Santa Lucia, i mezzi di soccorso e di emergenza e delle Forze dell'Ordine.

Il Comune: Napoli in prima linea per i diritti

L'evento è stato presentato oggi in Municipio, alla presenza del sindaco Gaetano Manfredi: “Napoli è sempre stata una città in prima linea sui diritti e nella lotta alle discriminazioni e continua questa tradizione che in questa stagione è particolarmente importante perché le battaglie sui diritti sono molto rilevanti e ci sono ancora tanti esempi e casi di discriminazione e di violenza. La città deve essere in prima linea sicuramente in occasione del Pride, ma anche con una politica di azioni quotidiane che stiamo portando avanti”.

“Questa amministrazione sostiene le battaglie in favore dei diritti – spiega l'assessore alle Pari Opportunità, Emanuela Ferrante – Non è solo un momento di unione e di festa ma è un'occasione per marciare insieme per lottare e per difendere i diritti che, come vediamo in questi giorni nel mondo, non sono ancora tutelati a sufficienza”.

“Sono stato il primo uomo, single, gay in Italia ad aver adottato una bambina – aggiunge l'assessore alle Politiche Sociali, Luca Trapanese – e questa cosa è successa a Napoli e non a caso perché la nostra è una città all'avanguardia, aperta al cambiamento e alla diversità e con il Pride ricordiamo, ancora una volta ma lo facciamo tutti i giorni, che siamo tutte persone e in quanto tali siamo unici, diversi e imperfetti perché la normalità non esiste e nessuno si può arrogare il diritto di stabilire chi o cosa è normale”.

“Bisogna lavorare – conclude – per immaginare un Paese che dia la possibilità ai single di adottare al di là dell'orientamento personale: io sono stato giudicato come persona e la mia idoneità è nata dall'essere Luca e non dall'essere omosessuale e questo è importantissimo”.

451 CONDIVISIONI
Trasporto pubblico a Napoli
532 contenuti su questa storia
A Napoli sospese le linee del tram 1 e 2 fino al 4 settembre per lavori di manutenzione
A Napoli sospese le linee del tram 1 e 2 fino al 4 settembre per lavori di manutenzione
Unico Campania, aumentano i prezzi dei biglietti Anm e Eav: Circum, bus e metro più care
Unico Campania, aumentano i prezzi dei biglietti Anm e Eav: Circum, bus e metro più care
La vera storia del treno Eav costato 1.200 euro che ha fatto infuriare sindacati e politica
La vera storia del treno Eav costato 1.200 euro che ha fatto infuriare sindacati e politica
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni