210 CONDIVISIONI
25 Maggio 2022
13:48

Medico di base aggredito nel suo studio, preso a schiaffi da un paziente che pretendeva una ricetta

È accaduto ieri, 24 maggio, a Napoli, quartiere Fuorigrotta: il dottor Renato De Blasio ha avuto bisogno delle cure mediche, con una prognosi di 10 giorni.
A cura di Valerio Papadia
210 CONDIVISIONI

Ancora un medico aggredito a Napoli: questa volta la violenza non si è verificata in un ospedale oppure a bordo di un'ambulanza, bensì in uno studio privato nel quartiere Fuorigrotta, periferia occidentale della città. A fare le spese dell'ennesima aggressione ai danni del personale sanitario è stato il dottor Renato De Blasio, medico di base: è stato lo stesso professionista a raccontare l'accaduto, in una lettera inviata all'associazione "Medici senza Carriere", che ha poi diffuso la notizia. Il medico ha raccontato che, nella mattinata di ieri, 24 maggio, ha ricevuto nel suo studio una nuova paziente per un colloquio conoscitivo. Dopo alcune domande su una serie di prescrizioni per alcuni esami cui la signora si sarebbe sottoposta di lì a breve, la donna ha cominciato lamentare una serie di carenze nel servizio offerto dal medico di base, decidendo di abbandonare lo studio tra insulti e ingiurie rivolte al dottor De Blasio.

Circa 30 minuti più tardi, però, la donna è tornata nello studio medico accompagnata dal marito: con arroganza, l'uomo ha preteso di essere ricevuto subito, incurante degli altri pazienti in attesa; non solo, voleva che il dottore gli prescrivesse alcune ricette. Al rifiuto deciso del medico, l'uomo ha cominciato ad alzare i toni, inveendo e minacciando il medico, fino a quando, dalle parole, è passato ai fatti: il marito della paziente ha infatti colpito il dottor De Blasio con alcuni schiaffi in volto, prima di abbandonare lo studio medico.

L'uomo ha minacciato il medico anche in ospedale

A fine turno, intorno alle 14.30, lamentando alcuni dolori alla faccia e al collo, il dottor De Blasio ha deciso di recarsi al Pronto Soccorso dell'ospedale San Paolo per farsi visitare: il personale medico gli ha riscontrato un trauma cranio-facciale, con gonfiore dello zigomo e della regione temporale sinistra, giudicati guaribili in 10 giorni. Al Pronto Soccorso, però, è arrivato anche l'aggressore, che ha continuato a minacciare il medico, promettendogli che "avrebbe terminato il lavoro" in seguito. Il dottor De Blasio ha allora richiesto anche l'intervento delle forze dell'ordine, ma le minacce dell'uomo non si sono fermate nemmeno al cospetto dei poliziotti.

210 CONDIVISIONI
"Sapete solo fare i video su TikTok!", infermiere preso a schiaffi in ospedale a Napoli
A Roma e nel Lazio 250.000 cittadini presto senza medico di base:
A Roma e nel Lazio 250.000 cittadini presto senza medico di base: "Considerati marginali dal sistema"
79.343 di Lorenzo Sassi
Parcheggia l'auto al posto dell'ambulanza, poi picchia l'infermiere che gli chiede di spostarla
Parcheggia l'auto al posto dell'ambulanza, poi picchia l'infermiere che gli chiede di spostarla
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni