Una famiglia disperata e una intera comunità in lutto per la morte di Pasquale Ambrosino, 40 anni, di professione autotrasportatore, originario e residente a Saviano, nella provincia di Napoli, scomparso improvvisamente lo scorso 10 settembre: il cadavere del 40enne è stato purtroppo rinvenuto nella giornata odierna. Il corpo di Pasquale Ambrosino è stato ritrovato dai carabinieri – che insieme alla polizia stavano portando avanti le ricerche dell'uomo – in lungo Dora Agrigento, a Torino, dove era stato avvistato l'ultima volta e dove, nelle scorse ore, le forze dell'ordine avevano ritrovato il suo camion, dal quale non erano emersi elementi utili al ritrovamento dell'uomo. Saranno adesso le indagini medico-legali a rivelare le precise cause della morte del 40enne, che non risultano ancora chiare al momento.

Pasquale Ambrosino, scomparso nel nulla e ritrovato cadavere

Pasquale Ambrosino, nella serata di lunedì 7 settembre, era uscito di casa, diretto alla volta di Milano per una consegna che doveva effettuare. Sulla strada, ha deciso di fare una deviazione e di raggiungere Torino per consegnare una bobina industriale, che tuttavia non è arrivata a destinazione: è stata proprio l'azienda del capoluogo piemontese che attendeva la consegna, allarmata per il ritardo, ad allertare la Polizia di Stato. Le ultime notizia di Pasquale Ambrosino ancora in vita si hanno giovedì 10 settembre, quando l'uomo viene avvistato tra in un parcheggio tra corso Vercelli e corso Giulio Cesare, dove è stato ritrovato il suo camion; nella stessa giornata, l'uomo telefona alla madre, l'ultima a parlare con lui. Proprio i famigliari, allarmati poi per l'assenza di notizie, hanno denunciato alle forze dell'ordine la scomparsa del 40enne, pubblicando anche numerosi appelli sui social network.