Giornata partenopea, quella di ieri, per Lapo Elkann, noto imprenditore e rampollo della famiglia Agnelli, che si è concesso un po' di tempo a Napoli. Elkann si è dedicato soprattutto ai Quartieri Spagnoli, caratteristico dedalo di vicoli nel centro storico della città, dove ha dapprima fatto visita al famoso murales dedicato a Diego Armando Maradona – deceduto lo scorso 25 novembre – che sorge in via Emanuele De Deo, poi si è concesso un pranzo nella nota Trattoria Da Nennella, che sorge invece in Vico Lungo Teatro Nuovo. La visita di Lapo Elkann ai Quartieri Spagnoli è stata immortalata sui social anche da un altro noto commerciante della zona, Armando Cammarota, proprietario della cantina Cammarota Spritz, che su Instagram ha pubblicato una story in compagnia proprio di Elkann, seduto al tavolo da Nennella.

Un amore, quello per Napoli e anche per Maradona, che Lapo Elkann non ha mai nascosto, anzi, ma che ha ribadito proprio qualche giorno fa, domenica 17 gennaio, ospite di Mara Venier a Domenica In. "Ci sentivamo spesso, era un amico vero. Ho una grande stima per lui, grazie a lui ho sempre amato il Napoli che è la mia seconda squadra da sempre. Questo fatto è un po' anomalo per uno juventino come me che lo stemma della Juventus tatuato sul braccio. Diego era un angelo del bene. Non ha mai fatto male a nessuno, ma ha pagato il prezzo più alto in assoluto" ha detto Elkann parlando del suo rapporto con Diego Armando Maradona, la cui scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile nei cuori di milioni di tifosi e appassionati di calcio non solo a Napoli e in Argentina, ma in tutto il mondo.